Thursday, 14 December 2017 - 23:00

Coop in piazza. Soddisfazione e orgoglio della cooperazione bellunese in piazza dei Martiri per tutta la giornata. Oltre 20 imprese presenti

Set 23rd, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Lavoro Economia Turismo, Riflettore

Belluno 23 settembre 2o17 – Complice una calda e limpida giornata di sole, la manifestazione #Coop in Piazza organizzata da Confcooperative Belluno e Treviso sabato 23 settembre in piazza dei Martiri a Belluno, è stata un successo. Tante infatti le persone che hanno passeggiato e si sono avvicinate agli oltre 20 stand allestiti dalle cooperative, bellunesi e trevigiane, allo scopo di far conoscere i prodotti, i valori e le attività che le caratterizzano e che spaziano nei settori più differenti: dall’agricoltura, al sociale, ai servizi, al consumo, al socio-assistenziale, fino al credito e al turismo.

Valerio Cescon, presidente dell’unione interprovinciale Confcooperative Belluno e Treviso, ringraziando la Città di Belluno per l’ospitalità, ha dichiarato: “La cooperazione rappresenta un pezzo importante dell’economia nazionale e regionale, sia in termini di fatturato che di occupazione. Nelle sole provincie di Belluno e Treviso le 220 cooperative aderenti alla nostra associazione hanno un volume d’affari di 1,1 miliardi di euro, quasi 40mila soci e oltre 6mila occupati. In questi anni le cooperative stanno vivendo una profonda e necessaria fase di evoluzione, per stare al passo con i radicali cambiamenti storici di questo tempo. Il nostro sistema è chiamato a tenere insieme due sfide: quella della competitività e dell’efficienza da una parte, e quella del perseguimento della legalità e della responsabilità sociale dall’altra”.

Marco Slongo, vicepresidente di Confcooperative Belluno e Treviso con delega per la provincia di Belluno, ha ricordato come “#Coop in Piazza rappresenta in qualche modo un punto di ripartenza significativo per la nostra associazione nel territorio. Quasi 2 anni fa, a febbraio 2017, la preesistente Unione provinciale di Belluno, con le sue circa 60 cooperative aderenti, decise di unirsi a quella di Treviso, facendo una scelta al contempo coraggiosa e combattuta. La manifestazione di oggi, in piazza a Belluno, è la conferma che quella decisione fu corretta: insieme possiamo essere più forti e realizzare progetti di sviluppo, che andranno a beneficio delle nostre comunità e dei nostri paesi di montagna”.

Anche il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, che non ha potuto presenziare alla manifestazione per concomitanti impegni, ha spedito un saluto a Confcooperative Belluno e Treviso, facendo un elogio per la “vitalità espressa dalle cooperative venete, che realizzando nuove progettualità possono essere un volàno determinante per lo sviluppo della nostra regione”.

In piazza a Belluno erano presenti anche il presidente regionale di Confcooperative Veneto, Ugo Campagnaro, che ha espresso la sua vicinanza alla cooperazione bellunese, e l’assessore all’Ambiente della Città di Belluno, Stefania Ganz, che ha riportato il “senso di riconoscenza dell’Amministrazione comunale nei confronti delle cooperative, imprese essenziali per il loro operato in generale, ma anche per arrivare laddove il settore pubblico sarebbe impossibilitato per scarsità di risorse”.
Infine, un saluto lo ha portato Rudy Roffarè, segretario generale aggiunto di Cisl Belluno Treviso. “Anche grazie all’aiuto della cooperazione, in questi anni difficili siamo riusciti a governare abbastanza bene le problematiche del mondo del lavoro nella provincia di Belluno, nonostante le criticità che ancora persistono per certe fasce d’età e per determinati settori, a cominciare dall’edilizia. Continuando a lavorare insieme, sindacato dei lavoratori e Confcooperative, ritengo che potremo uscirne tutti più forti ed arricchiti”.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.