Saturday, 16 December 2017 - 22:30

Vaccini. Bragantini (Fare!): “Assurdo far presentare la certificazione a chi è in regola. Molto più semplice lo scambio informazioni tra Asl e scuole”

Set 15th, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina, Sanità, Scuola

“Perché col decreto vaccini si sono obbligati anche i genitori che hanno sottoposto regolarmente i propri figli alla vaccinazione a presentare della documentazione? Non sarebbe stato molto più semplice uno scambio di informazioni tra Asl e scuole? E, infine, quanto tempo servirà per costituire l’anagrafe vaccinale?”.

Questioni che vengono poste con un’interrogazione dal deputato di Fare! Matteo Bragantini ai ministri della Salute e dell’Istruzione riguardo il decreto vaccini. “Mi risulta davvero incomprensibile il perché dell’aver voluto complicare a livello burocratico la vita a genitori ed istituti scolastici – afferma Bragantini -. Tenuto conto che in Veneto oltre il 90% dei bambini è in regola con le vaccinazioni, non vedo perché si sia chiesto a tutte le famiglie di presentare la documentazione e alle scuole di ricevere, verificare, archiviare e segnalare eventuali anomalie alle istituzioni sanitarie. Paradossalmente informazioni già in possesso della pubblica amministrazione devono essere consegnate dai genitori ad un altro ente della stessa pubblica amministrazione, quando sarebbe stato molto più semplice uno scambio telematico tra uffici. Il decreto prevede che sia istituita l’anagrafe nazionale dei vaccini, dove saranno indicati i soggetti vaccinati, quelli non vaccinati per volontà dei genitori e quelli esonerati, proprio per avere chiara la situazione, ma nulla viene detto sui tempi entro cui si dovrà dare attuazione a questa disposizione.

Chiedo quindi al Governo che cosa intenda fare per ovviare a questo incomprensibile aggravio burocratico e che tempi siano previsti per perfezionare l’anagrafe nazionale dei vaccini”.

 

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.