Sunday, 17 December 2017 - 16:02

A Cortina i più ricchi e a Zoppè di Cadore i più poveri. Un nuovo osservatorio sui redditi dai Servizi informativi della Provincia

Set 11th, 2017 | By | Category: Prima Pagina, Società, Istituzioni

Palazzo Piloni sede della Provincia

Belluno, 11 settembre 2017 – Il portale dei Servizi Informativi della Provincia di Belluno si arricchisce con un nuovo Osservatorio: l’Osservatorio delle dichiarazioni dei redditi Irpef.
Lo scopo che ci si propone è di dare alla comunità uno strumento di analisi e monitoraggio delle tendenze dei redditi delle famiglie bellunesi e mettere a disposizione i dati, di fonte Ministero dell’Economia e delle Finanze, a partire dall’anno di imposta 2000 fino al 2015.
Secondo i dati del MEF il reddito complessivo, a prezzi correnti, dichiarato dai contribuenti domiciliati fiscalmente in provincia di Belluno è pari a 3.316.301.878 euro al 31.12.2015.
Confrontando i dati provinciali con quelli del Veneto e dell’Italia si vede che il reddito cresce rapidamente fino al 2007 in tutti e tre gli ambiti territoriali.

Dal 2007 a seguito della crisi, la crescita rallenta decisamente con il reddito dei bellunesi che diminuisce in corrispondenza del 2008 e del 2014; in Veneto ha una flessione nel 2009 e nel 2012 e, in quest’ultimo anno anche l’Italia.
Soffermandoci sul reddito bellunese distribuito per fasce reddituali si evidenzia, nel periodo, il calo della disponibilità monetaria delle fasce reddituali più basse contro l’aumento della disponibilità dei cittadini che possiedono redditi maggiori.
In particolare, se si considera la fascia di reddito 0-15.000 euro si vede un calo pressochè costante sia della frequenza (indica il numero di volte in cui la variabile presa in considerazione è significativa) che dell’ammontare del reddito. Mentre per la fascia 15.000-55.000 crescono rapidamente ed equamente sia le frequenze che l’ammontare fino al 2007. Da quel momento la crescita rallenta e l’ammontare cresce di più di quanto crescano le frequenze.
Grazie ai dati del MEF è stato possibile anche analizzare il reddito medio calcolato, a prezzi correnti, come rapporto tra l’ammontare del reddito complessivo e il numero delle frequenze, come definite sopra.

 

Nei sedici anni considerati il reddito medio cresce. Il valore che si trova in corrispondenza del Veneto è maggiore anche rispetto a quello calcolato a livello nazionale. Belluno resta sotto al dato italiano anche se negli ultimi anni si attesta a valori prossimi a quelli nazionali.
L’analisi è stata ampliata anche ai singoli comuni bellunesi: Cortina d’Ampezzo è il comune con il reddito medio più alto (26.540,4 euro), seguita dal comune di Agordo con un reddito medio pari a 24.157,1 euro e dal comune capoluogo, Belluno, con 24.147,3 euro.
Il reddito medio minore si ha nel comune di Zoppè di Cadore (11.013,2 euro), seguito dai comuni di Lamon (15.556,9 euro), Cibiana di Cadore (15.586,4 euro) e Val di Zoldo (15.996,4 euro).

Maggiori informazioni sono disponibili all’indirizzo http://serviziinformativi.provincia.belluno.it

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.