Saturday, 18 November 2017 - 12:15

Interventi in montagna del Soccorso alpino

Ago 24th, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Belluno, 24 – 08 – 17  Questa mattina verso le 11 il Soccorso alpino di Auronzo è intervenuto in supporto all’ambulanza sulla pista ciclabile chiusa, per una anziana colpita da lieve malore. I soccorritori hanno caricato la donna, 87 anni, di Breda di Piave (TV), sulla barella dell’ambulanza e la hanno trasportata fino alla strada, da dove è stata accompagnata per accertamenti al pronto soccorso.

L’elicottero del Suem di Pieve di Cadore attorno a mezzogiorno è stato inviato sul sentiero 215, che dal Passo Tre Croci porta al Rifugio Vandelli per un’escursionista di Limana (BL), A.M., 56 anni che si era procurata un probabile trauma alla caviglia. L’infortunata è stata recuperata con un verricello di 20 metri e portata al Codivilla.

Successivamente l’elicottero è volato sul sentiero numero 20 che dal Lagazuoi conduce al Rifugio Scottoni, per una turista spagnola con un possibile trauma al piede. La donna, V.A.M., 54 anni, che si trovava con altre persone è stata imbarcata con un verricello di 10 metri e accompagnata all’ospedale di Belluno.

L’eliambulanza è stata di seguito dirottata sui Laghi d’Olbe a Sappada per un escursionista sessantenne con malore. L’uomo, A.D.R., si era sentito male durante una passeggiata con i familiari. L’elicottero ha sbarcato medico e infermiere con un verricello nelle vicinanze e poco più in là il tecnico di elisoccorso in hovering con il materiale sanitario. L’escursionista è poi stato recuperato con un verricello e portato a Belluno per le analisi del caso.

L’eliambulanza del Suem di Pieve di Cadore è quindi volata tra Rucorto e il Rifugio Palmieri per un possibile trauma alla caviglia. Salendo assieme al marito, L.F., 62 anni, di Gallier, era scivolata e si era fatta male. Geolocalizzata, la donna è stata imbarcata con un verricello di 35 metri e accompagnata a Cortina. Infine una squadra del Soccorso alpino di Livinallongo del Col di Lana è stata inviata ad Arabba, 300 metri sotto Porta Vescovo, dove un ciclista belga era caduto con la mountain bike. Raggiunto, il ciclista, S.M., 50 anni, che aveva sbattuto la testa è stato poi recuperato dall’eliambulanza atterrata poco distante e volata all’ospedale di Bolzano.

Sappada (BL), 24 – 08 – 17 Poco prima delle 19, su richiesta dei Vigili del fuoco di Belluno, la Centrale del 118 ha attivato il Soccorso alpino di Sappada per un’escursionista che si era persa ed era spaventata. Contattata telefonicamente, F.N.A., 30 anni, residente a Trieste, ha spiegato ai soccorritori che assieme agli amici era salita in jeep sulla strada che porta al Passo Siera e da lì da sola si era avviata lungo il sentiero naturalistico del Rio Lech. Attraversando un corso d’acqua, aveva perso l’orientamento ed era rimasta bloccata su una ripida sponda boscosa. Arrivati all’altezza del Rio Lech, in possesso delle coordinate Gps, un soccorritore è sceso dall’alto, mentre sei risalivano dal basso, finché la donna è stata individuata 50 metri sopra il greto del torrente. Raggiunta, la turista è stata assicurata e portata passo, passo a monte fino a raggiungere uno spiazzo e una vecchia strada boschiva. I soccorritori la hanno quindi accompagnata alla sede del Soccorso alpino e da lì alla residenza di villeggiatura. Pronti a partire in supporto alle operazioni due militari del Sagf di Auronzo e altri tre soccorritori.

 

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.