Thursday, 23 November 2017 - 05:36

Estate in San Pietro da record, e domenica apre anche la Cappella gotica. Offerte destinate al restauro del baldacchino ligneo del Besarel

Ago 22nd, 2017 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina

Chiesa di San Pietro – Belluno

Nella chiesa di San Pietro, tra le opere di grandi artisti, i chiostri e le cappelle, si stanno ripetendo con successo crescente le ormai collaudate visite nei pomeriggi delle domeniche d’estate (dalle 15.30 alle 18 fino al 10 settembre), su iniziativa dell’associazione culturale Campedel presieduta da Marta Azzalini e dal Seminario Gregoriano di Belluno. Percorsi guidati che domenica prossima, 27 agosto, si arricchiranno di un nuovo gioiello da conoscere: la cappella gotica che di solito non è aperta al pubblico. L’appuntamento è per le 16 sul sagrato della chiesa e ogni turno sarà composto al massimo di 25 persone.

Un altro evento di spicco in San Pietro è quello del 10 settembre, alle 20.30, con il concerto “Il canto dell’anima” del Duo Claviere.
Le visite guidate e il concerto sono gratuiti. Il ricavato delle offerte è destinato al restauro del baldacchino ligneo realizzato nel 1840 dallo scultore zoldano Giovanni Battista Besarel, padre del più noto Valentino.
L’interesse manifestato da molti per la chiesa di San Pietro, che si trova nell’omonima via del centro storico di Belluno, è supportato dai numeri. Dopo poco più di un mese di apertura estiva domenicale, il flusso dei visitatori è stato di circa 300 le persone. In prevalenza sono turisti, ma anche molti bellunesi hanno visitato il complesso religioso accompagnati dalle volontarie dell’associazione Campedel coordinate da Angela Mattei. Si parte dal corpo principale dell’edificio tra le opere di Sebastiano Ricci, Andrea Brustolon (che qui è stato sepolto), Andrea Meldolla detto “Lo Schiavone” e di altri artisti anche più recenti. La visita comprende poi la cappella della famiglia Fulcis con gli affreschi del Ricci e quindi i chiostri detti “dei morti” e “della vita” ricchi di lapidi scolpite, capitelli decorati, lunette affrescate e antiche meridiane.

Per informazioni: pagina Facebook dell’Associazione Campedel o scrivendo a asscampedel@yahoo.it.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.