Tuesday, 26 September 2017 - 11:17

Gli alpini di Mel al raduno estivo di Zelant. Ha presenziato il 96enne, reduce della campagna di Francia, generale Lorenzo Cappello

Ago 6th, 2017 | By | Category: Prima Pagina, Società, Istituzioni

Si è tenuto a Zelant di Mel, il raduno estivo del Gruppo Ana zumellese. Come da tradizione, la giornata si è aperta con l’alzabandiera al suono della Canzone degli Italiani, presenti il sindaco di Mel, Stefano Cesa, i vicepresidenti della Sezione di Belluno Giuliano Moretti e Renzo Grigoletto, undici gagliardetti fra i quali quelli friulani di Casarsa della Delizia (Sez. Pordenone) e di Sevegliano Privano (Sez. Palmanova), i rappresentanti delle associazioni d’arma e le bandiere delle associazioni combattentistiche locali.
Sul piazzale della chiesetta Alpina è seguita la messa celebrata da don Giuseppe de Nardo, da sempre vicino agli alpini. Al termine il Capogruppo Aldo Mastellotto, dopo avere salutato i numerosi intervenuti, ha invitato sul palco il sindaco di Mel. Nel suo discorso ha ringraziato gli Alpini per il loro costante impegno non solo sul territorio ma in ogni occasione in cui c’è da esprimere concretamente e con i fatti la propria solidarietà. Ha poi elencato quelli che Indro Montanelli ha definito “I torti degli Alpini”.

Gli alpini hanno infiniti torti: “parlano poco in un paese di parolai, ostentano ideali laddove ci si esalta a non averne; adorano il proprio Paese, pur vivendo fra gente che lo venderebbe per un pezzetto di paradiso altrui; non rinunciano alle tradizioni, pur sapendo che da noi il conservare è blasfemo; sono organizzati e compatti, ma provocatoriamente non si servono di questa forza; diffidano dei politici e si rifiutano di asservire ad essi la loro potente organizzazione.”

E’ poi intervenuto il vicepresidente di Sezione Renzo Grigoletto il quale ha ringraziato il capogruppo e tutto il Consiglio del Gruppo alpini Mel per l’impegno nel tenere viva la presenza degli alpini sul territorio e ha sottolineato che è più che necessario stare uniti. Ringraziamenti che sono stati espressi anche da parte del capogruppo Mastellotto che ha sottolineato come lo spirito alpino sia ancora ben presente nei soci e permette di operare con risultati apprezzabili.
E’ seguita la deposizione della corona al monumento ai Caduti e Dispersi in Russia. Alla cerimonia, oltre alle autorità civili e delle associazioni d’arma, ha presenziato il 96enne, reduce della campagna di Francia, generale Lorenzo Cappello.
Accompagnata dalle musiche di un complessino, è iniziata la distribuzione da parte delle Stelle Alpine e di alcuni Alpini, del rancio a base di pasta all’amatriciana ottimamente preparata dai collaudati cuochi del Gruppo e uno spiedo gigante preparato da un amico degli alpini di Refrontolo.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.