Tuesday, 17 October 2017 - 11:18

Gioco d’azzardo in aumento. In testa la Lombardia, Veneto al quinto posto

Lug 24th, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Slot, Vtl, superenalotto, scommesse. E’ un settore che non conosce la crisi. Il gioco d’azzardo in Italia nell’anno 2016 ha totalizzato 95 miliardi di euro, pari a 260 milioni al giorno, 3mila euro al secondo. Un + 8% rispetto agli 88 miliardi del 2015. Battuto anche il precedente record del 2012 di 88,5 miliardi. E polverizzati i 15,8 miliardi di euro del 1998 (fonte agenzia Agipronews).
A guidare la classifica nazionale è la Lombardia, con i suoi 14 miliardi e 65 milioni incassati dalle macchinette. Il gioco on-line è in progressiva crescita e rappresenta oggi il secondo segmento di mercato avendo superato le lotterie istantanee “gratta e vinci”.
Dagli atti parlamentari pubblicati a seguito di una interrogazione parlamentare, infatti, risulta che degli 88 miliardi del 2015 8,7 sono andati nelle casse dello Stato, di cui la metà proviene da Newslot e Vlt. La relazione precisa che “La quota più ampia del giro d’affari, pari al 55,8 per cento, è assicurata dagli apparecchi di intrattenimento seguiti dal gioco on-line (cosiddetto web gaming), diventato nel frattempo il secondo segmento del mercato, avendo superato lotterie istantanee (cosiddette Gratta e vinci) e tradizionali (lotterie a estrazione differita), la cui raccolta negli ultimi anni è pressoché triplicata, con previsioni che, nonostante l’attuale ciclo economico negativo, lo indicano ulteriormente in crescita”.
La classifica del gioco d’azzardo vede dopo la Lombardia con i suoi 14 miliardi e 65 milioni, il Lazio con 7 miliardi e 611 milioni. Poi la Campania con 6 miliardi e 821 milioni, l’Emilia Romagna con 5 miliardi e 994 milioni.
Il Veneto si colloca in quinta posizione con 5 miliardi e 850 milioni, seguito da Piemonte con 5 miliardi e 60 milioni, Toscana con 4 miliardi e 566 milioni, Puglia con 4 miliardi e 74 milioni, Sicilia con 3 miliardi e 890 milioni, Liguria con 1 miliardo e 880 milioni, l’Abruzzo con 1 miliardo e 875 milioni, le Marche con 1 miliardo e 818 milioni, la Calabria con 1 miliardo e 651 milioni, la Sardegna con 1 miliardo e 542 milioni, il Friuli Venezia Giulia con 1 miliardo e 348 milioni, il Trentino Alto Adige con 1 miliardo e 180 milioni, la Basilicata con 486 milioni, il Molise 352 milioni e la Valle d’Aosta 132 milioni.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.