Thursday, 14 December 2017 - 04:21

Mondiali parapendio Monte Avena 2017. Quinta giornata, chiude la manche per primo Adrian Hachen

Lug 8th, 2017 | By | Category: Eventi, sport, tempo libero, Prima Pagina

 

La pianura povera di termiche ha messo a terra molti tra i più titolati. Completano il percorso in 6. Dopo i due stop dei giorni precedenti, finalmente una giornata di gara portata a termine. Molti però i piloti che non sono riusciti a completare il percorso, alla linea di goal arrivano infatti solo in 6.

Anche la quinta giornata di gara del 15 Mondiale di parapendio ha messo alla prova pensiero strategico, resistenza mentale e perseveranza dei 150 in lizza per il titolo di campione.

Una task partita sopra Passo Croce D’Aune; i piloti riescono a fare quota facilmente e aggirano tutti senza problemi la prima boa (Le Buse) per dirigersi Verso il Nevegal. Un gruppo di testa, dove si trovavano anche Italiani, Francesi e Sloveni, parte velocissimo, ma sopra la piana di Villabruna molti finiscono per perdere quota, non trovano termiche per risalire e sono costretti ad atterrare. Tra questi anche il campione del mondo in carica Honorin Hamard (FRA). La fretta del gruppo di testa è stata però propizia a tutti quelli rimasti indietro che, vista la parata delle prime linee hanno scelto di puntare più a nord per dirigersi verso la seconda boa costeggiando la montagna. Strada più lunga, ma più ricca di correnti ascensionali. La gara a questo punto è aperta su due fronti: sotto montagna lo svizzero Morgenthaler guida un gruppo che ha scelto il percorso più lungo, ma che ha mantenuto quota con maggior facilità, che deve tuttavia fermarsi a fare quota a nord di Belluno, più a sud invece un gruppo di piloti resiste alla mancanza di termiche, cercando di recuperare poco a poco quota sopra Villabruna. Tra i secondi i nostri italiani Biagio Alberto Vitale e Luca Donini e i francesi Seiko Fukuoka Naville e Pierre Remy.

Del gruppo “arenato” nella piana di Villabruna una parte riesce e fare quota e prendere il nord per aggirare la boa del Nevegal, come fatto in precedenza dal gruppo guidato da Morgenthaller (tra questi Donini e Fukuoka), gli altri (Vitale e Remy) riescono a fare termica in pianura e raggiungono e aggirano la boa del Nevegal da sud. A questo punto direzione comune Cesiomaggiore e qui sopra i tre filoni di gara si ricongiungono e si dirigono ad aggirare la boa di Villabruna. In aria restano circa 30 piloti. Il percorso continua con l’aggiramento di boa sopra Salmenega, poi Monte Aurin e taglio della linea di fine gara sopra il Boscherai.

Chiude la manche per primo Adrian Hachen (SUI). Tra le donne nessuna taglia il traguardo. Per gli italiani la miglior posizione di giornata appartiene al trentino Luca Donini che chiude in 2^ posizione.

Domani giornata di pausa, ma al Boscherai sarà lo stesso spettacolo.

Sospese le task valide per acquisire punteggio i piloti che occupano le prime 15 posizioni della classifica generale e le prime 5 tra le donne, saranno comunque impegnati in una sorta di omaggio al pubblico: decolleranno dal Monte Avena attorno alle 12.00 per eseguire una prova breve, tutta visibile dal Boscherai, per la sola delizia degli spettatori. Atterraggio alle 13.00 circa.

 

Classifica provvisoria della task di oggi, in attesa degli ultimi recuperi e degli accertamenti tecnici che avverranno solo in tarda serata è la seguente: per gli uomini: Adrian Hachen (SUI), Luca Donini (ITA) e Von Kanel Patrick (SUI) e per le donne: Kari Ellis (AUS) e Seiko Fukuoka Naville (FRA) a pari punteggio, in terza posizione Khobi-Jane Bowden (RSA)

Classifica generale provvisoria, in attesa degli ultimi recuperi e degli accertamenti tecnici che avverranno solo in tarda serata è la seguente: Overall_ Pierre Remy (FRA), Dusan Oroz (SLO), Honorin Hamard (FRA). Donne_ Seiko Fukuoka Naville (FRA), Silvia Buzzi Ferraris (ITA), Kari Ellis (AUS). Squadre: Svizzera, Francia e Slovenia.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.