Thursday, 14 December 2017 - 04:22

Risparmio postale, a Belluno quasi 117.000 libretti con 10.000 pensioni accreditate. In Veneto 1,8 milioni di libretti

Lug 5th, 2017 | By | Category: Prima Pagina, Società, Istituzioni

Sono 117.000 i libretti di risparmio attivi negli uffici postali di Belluno e provincia; circa 1,8 milioni in tutto il Veneto. Negli uffici postali bellunesi le pensioni accreditate su un libretto di risparmio sono quasi 10.000; oltre 60mila quelle complessivamente pagate dagli uffici postali.

I Libretti di Risparmio Postale sono il mezzo più semplice ed economico per investire i propri soldi: non prevedono spese di gestione si possono aprire in qualsiasi ufficio postale. Sono emessi dalla Cassa depositi e prestiti, garantiti dallo Stato Italiano e collocati da Poste Italiane sin dal 1875.

In tutti gli uffici postali della provincia sono attualmente sottoscrivibili due nuove offerte. Si tratta di «Supersmart», rivolta ai titolari di libretto «Smart», e del buono fruttifero a 3 anni «Plus», che rappresentano una proposta di investimento che garantisce un rendimento interessante in relazione all’attuale andamento dei tassi di mercato. L’offerta supersmart consente, in particolare, di accantonare, in tutto o in parte, le somme depositate sul proprio Libretto Smart, scegliendo tra le durate rese disponibili di volta in volta, per l’offerta in corso. Le somme accantonate godono di una remunerazione maggiore rispetto al tasso base del Libretto stesso. L’offerta prevede due durate una di 360 giorni con una remunerazione dello 0,40% annuo lordo e una di 540 giorni con una remunerazione dello 0,55% annuo lordo sulle somme accantonate portate a scadenza.

Al libretto di risparmio postale può inoltre essere associata una carta elettronica con microchip in grado di semplificare e rendere più veloci le operazioni di versamento e prelievo di denaro in tutti gli uffici postali e i prelievi presso gli sportelli automatici Postamat. La carta, emessa da Poste Italiane e realizzata insieme a Cassa Depositi e Prestiti, può essere richiesta gratuitamente da tutti i titolari di libretto nominativo ordinario con facoltà di firma disgiunta. I pensionati con accredito della pensione sul libretto e che hanno richiesto la carta usufruiscono di una copertura assicurativa di 700 euro per eventuale furto, rapina o scippo dopo aver ritirato denaro negli uffici postali o dallo sportello Postamat.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.