Monday, 19 February 2018 - 04:12

Belluno Comune riciclone 2017?

Giu 25th, 2017 | By | Category: Lettere Opinioni, Prima Pagina

Come comunicato dagli amministratori comunali, Belluno è stata insignita ieri, dall’associazione ambientalista Legambiente, del premio quale miglior capoluogo veneto 2016, ossia “comune riciclone”

Anno

Categoria

Posizione

Abitanti

Pro capite secco residuo (Kg/a/abitante)

% RD

2016

Assoluta

382

40.354

66.3

78.4

Comuni sopra i 10.000 abitanti Veneto

28

Cosa vuol dire essere “comune riciclone”? Da bellunese vedo la situazione della raccolta, e qualche domanda me la sono fatta. ho quindi deciso di dare un’occhiata al sito www.ricicloni.it per capirci qualcosa-.

Ora, quali sono le regole con cui sono attribuiti questi riconoscimenti?

Dal sito di www.ricicloni.it:

Le classifiche sono stilate su base regionale. Per ogni regione vengono definiti i vincitori assoluti per tre categorie: comuni sotto i 10.000 abitanti, comuni sopra i 10.000 abitanti e comuni capoluogo.

Le classifiche di Comuni ricicloni 2016 comprendono i Comuni che hanno partecipato al concorso e che risultano avere, oltre ad una percentuale di raccolta differenziata (RD) uguale o superiore al 65%, una produzione pro capite di rifiuto indifferenziato (data dalla somma del secco residuo e dalla quota non recuperata dei rifiuti ingombranti) inferiore o uguale ai 75 Kg/anno/abitante.

Le graduatorie sono stilate in base alla più bassa produzione di rifiuto indifferenziato.

Ricapitolando, una volta superato il 65% di raccolta differenziata, il parametro che si guarda è la produzione di rifiuto secco indifferenziato pro capite. Ora, visto che in Veneto tutti i comuni sono al di sopra del 65% di raccolta differenziata, è chiaro che il dato della produzione pro capite è l’unico che fa la differenza.

e qui iniziano le prime incongruenze… sempre dal sito www.ricicloni.it, si può vedere il trend di Belluno:

Anno

Categoria

Posizione

Abitanti

Indice

% RD

2015

Assoluta

210

35.856

68.5

77.1

Comuni sopra i 10.000 abitanti Veneto

20

2014

Assoluta

441

36.039

62.3

70.6

Capoluoghi VENETO

1

2013

Assoluta

380

36.334

63.7

70.4

Capoluoghi di provincia Area Nord

1

2012

Assoluta

591

36.571

56.3

67.3

Capoluoghi di provincia Area Nord

3

2011

Assoluta

484

36.599

65.3

65.0

Capoluoghi di provincia Area Nord

4

2010

Assoluta

534

36.618

69.4

62.4

Capoluoghi di provincia Area Nord

4

La popolazione di Belluno , che è stata sempre in diminuzione, purtroppo, negli anni dal 2010 al 2015, di colpo nel 2016 ha un incremento di 4.998 unità! Un incremento che neppure ai tempi del miracolo italiano degli anni ’60.

anno

abitanti

var. %

2010

36.618

 

2011

36.599

-0,05%

2012

36.571

-0,08%

2013

36.334

-0,65%

2014

36.039

-0,81%

2015

35.856

-0,51%

2016

40.354

12,54%

Non è che – furbescamente- abbiamo comunicato dati fasulli, giusto per raggiungere la vetta e sbandierare il dato in giro?

Ho provato a vedere i dati sul sito della Bellunum, ma … non funziona nulla. Gli unici dati disponibili sono quelli del Piano Finanziario 2017.. che sono anch’essi abbastanza curiosi.

I seguenti dati sono ricavati dal PF 2017 di Belluno, pagina 11/25.

 

2013

2014

2015

secco non recuperabile

2.831.150,00

2.741.040,00

2.533.280,00

spazzamento stradale

1.022.136,70

104.041,60

46.407,60

ingombranti (frazione non recuperata)

150.067,00

156.590,00

143.100,00

totale indifferenziato

4.003.353,70

3.001.671,60

2.722.787,60

Rifiuto secco pro capite con criteri Legambiente

2.981.217,00

2.897.630,00

2.676.380,00

abitanti

35.856

35.856

35.856

Secco pro capite

83,14

80,81

74,64

Ora, nel 2015 il valore della produzione pro capite era appena sotto la soglia per essere ammessi alla graduatoria… per il 2016, non avendo dati certi… è curioso che sia aumentata la quantità di abitanti: senza pensar male, ma comunicare un dato palesemente errato sugli abitanti (quasi 5.000 abitanti in più rispetto al reale) comporta il fatto che Bellunum rientri nei valori per essere ammessa al premio, e che addirittura sia al primo posto. Se è stato erroneamente comunicato un dato sbagliato non è bene rettificarlo?

Altra cosa discutibile, a mio avviso, è che nel dato della differenziata rientra tutto, senza distinzioni. mi spiego. se nel cassonetto adibito alla raccolta della carta e cartone ci sono 1000 kg di carta, nella statistica della differenziata ci va quel dato. Se nel cassonetto della carta vi sono 1000 kg di spazzatura, sempre 1000 kg di carta verrà conteggiato. Quello che voglio dire, è che la qualità della differenziata, il dato reale, non si vede nella statistica comuni ricicloni. la realtà è che nel cassonetto della differenziata è presente una grande quantità di scarto, che viene comunque conteggiato come raccolta differenziata. Una statistica davvero interessante dovrebbe essere redatta sulla base non dei quantitativi raccolti, ma su quanta parte viene effettivamente avviata a recupero, al netto degli scarti. Sarà possibile avere qualche dato certificato a riguardo?

Questo per dire che la situazione della raccolta è relativamente buona, ma molto, molto migliorabile.

Luca Padovan

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.