Saturday, 20 October 2018 - 00:39

Comuni ricicloni, classifica Legambiente. Diana Broi: “I conti non si fanno con i certificati più o meno attendibili forniti dai comuni ricicloni, ma con i bilanci veri”

Giu 24th, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

“Alla luce delle ultime dichiarazioni dell’assessore del Comune di Ponte nelle Alpi Orzes in merito alla classifica dei Comuni Ricicloni 2016, noi di Progetto Comune – dichiara Diana Broi –  desideriamo esporvi alcune considerazioni”.

“Molti sanno che esiste questa classifica dei comuni più virtuosi di Legambiente che comprende però non tutti i Comuni italiani, ma solo quelli che hanno deciso di partecipare al concorso! Quindi, che peso possiamo dare a un sistema che non considera la totalità?
Negli ultimi anni, per stilare le graduatorie, Legambiente ha sostituito la percentuale di raccolta differenziata con l’indice di buona gestione(adottato in via definitiva sia a livello nazionale che per diverse edizioni regionali), che rappresenta un “voto” alla gestione dei rifiuti urbani nei suoi molteplici aspetti: recupero di materia, riduzione del quantitativo di rifiuti prodotti, sicurezza dello smaltimento, efficacia del servizio. L’indice di buona gestione, compreso tra 0 e 100, è calcolato a partire dai valori di 20 di tali parametri. E quando questa metodologia è stata avviata, anche Ponte Servizi ha iniziato a scivolare nella classifica!
Ed ha iniziato a vacillare anche la credibilità del consulente e assessore Orzes che dopo anni di lodi a Legambiente, adesso piange perché la stessa ha sbagliato ad imputare i dati degli abitanti e perché ha modificato la metodologia e così il comune prediletto da primo è 403°! Che tonfo….che cattiva Legambiente!!!
Ponte nelle Alpi dichiara: “ la percentuale di Raccolta Differenziata è oltre l’80%” , ma se poi invia lontano i propri materiali, questo è ambientalmente ed economicamente scorretto! Preso atto di questa verità empirica, armarsi di sterile propaganda rimane lo sfregio più grande sia verso l’ambiente sia verso i cittadini”.

Comunque – conclude Diana Broi – consolati caro Ezio, adesso sarai anche tu del nostro parere, queste classifiche contano poco: vendono qualche giornale, fanno prendere qualche voto, e fanno perdere tempo ad esporre striscioni!
I conti non si fanno con i certificati più o meno attendibili forniti dai comuni ricicloni, ma con i bilanci veri! Oddio, forse vi andrebbe anche peggio”!

Share

Comments are closed.