Tuesday, 18 December 2018 - 14:59

Gidoni smentisce Gamba: “Fantasioso affermare che la Regione chiuderà il reparto di Neurochirurgia di Belluno”

Giu 15th, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Franco Gidoni, consigliere regionale

“E’ con grande stupore che apprendo dalla stampa quanto dichiarato dal candidato sindaco di Belluno Paolo Gamba” afferma il consigliere regionale Franco Gidoni componente la quinta commissione sanità. “Affermare che la Regione chiuderà la neurochirurgia dell’ospedale di Belluno è quantomeno fantasioso” dice Gidoni, che vorrebbe anche sapere quale sarebbe questa “bozza delle schede di dotazione ospedaliera” considerato che la legge 19/2016 all’art. 24 recita “La vigente programmazione regionale in materia sanitaria è prorogata sino al 31 dicembre 2018” e che la commissione sanità è ora impegnata nell’esame dell’atto aziendale tipo e non ha certo in programma di approvare prossimamente alcuna variazione al vigente piano socio sanitario. A tempo debito qualsiasi variazione al piano sarà ovviamente oggetto di esame della commissione e condivisione con il territorio.

“A scanso di futuri equivoci ricordo che l’art. 118 della legge regionale 11/2001 prevede che la Conferenza dei sindaci programmi le linee di indirizzo sociosanitario per raggiungere gli obiettivi di salute definiti dalla programmazione regionale e verifichi che vengano raggiunti gli obiettivi fissati dalla programmazione nel territorio di competenza, mentre spetta alla Regione svolgere le funzioni di programmazione, indirizzo, controllo nonché di coordinamento nei confronti delle ULSS”.

“Rassicuro il candidato Gamba che la mia attenzione per la sanità bellunese è massima – conclude Gidoni – , come dimostrato anche recentemente affrontando la questione Codivilla Putti, piuttosto che seguire con la dovuta attenzione gli stabilimenti ospedalieri presenti in provincia, dal punto di primo intervento di Auronzo di Cadore, passando per Pieve, Agordo, Belluno, Feltre sino al centro riabilitativo di Lamon ognuno in grado di offrire all’utenza bellunese e feltrina un livello sanitario di eccellenza grazie al quotidiano impegno, non sempre facile in montagna, profuso da tutti gli operatori medici, paramedici ed il personale infermieristico”.

Share

Comments are closed.