Tuesday, 11 December 2018 - 10:59

Emergenza acqua.  Scarabel (M5S): “Danni per miliardi per la mancanza di acqua, ma la Regione pensa solo alla Pedemontana”

Mag 31st, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Simone Scarabel

Il consigliere regionale del M5S Simone Scarabel, attacca la Giunta e presenta una soluzione sull’emergenza idrica: “Si parla di miliardi di danni per il settore agricolo se non si interviene tempestivamente. Ci sono i progetti pronti dei consorzi di bonifica, ma parte dei soldi necessari sono bloccati a Roma. L’aumento di temperatura degli ultimi anni ha fatto aumentare del 20% la richiesta di acqua ad uso irriguo, per ora il caldo non è ancora arrivato ma se si somma la mancanza di acqua ad un estate calda, sarà davvero un problema gravissimo che avrà ripercussioni anche sanitarie, perché saranno a secco anche i canali di scolo e i depuratori, e se avremo fiumi e laghi ai minimi soffrirà anche il turismo. In tutto questo cosa fa la Regione? Dà la priorità alla Pedemontana veneta”.

Nel suo intervento conclusivo Scarabel, nel corso della Terza commissione consiliare odierna, ha spiegato: “Se qualche mese fa Zaia è venuto in Consiglio a chiedere di reintrodurre l’addizionale Irpef per sbloccare la Pedemontana e ha poi detto che non sarà necessaria perché c’è l’intervento di Cassa depositi e Prestiti, la mia domanda è questa: ammesso che i soldi da Roma si sblocchino, nelle più rosee previsioni si parla di una quarantina di milioni, che evidentemente non saranno sufficienti per soddisfare tutti i progetti necessari per affrontare questa emergenza; 95 km di opera stradale valgono più di 240mila ettari a rischio siccità con danni per miliardi di euro? Inoltre, centinaia di aziende agricole aspettano ancora il riconoscimento dei terreni espropriati proprio per fare la Pedemontana. È questo il modo in cui la Regione si prende cura degli agricoltori? Evidentemente c’è un problema di priorità.

Noi del M5S metteremo sempre gli agricoltori prima del cemento, e penseremo prima ai loro interessi invece che a quelli dei costruttori”.

Share

Comments are closed.