13.9 C
Belluno
sabato, Giugno 6, 2020
Home Prima Pagina Ulss 1: Una corsia preferenziale per l’accesso all’assistenza ambulatoriale specialistica del paziente...

Ulss 1: Una corsia preferenziale per l’accesso all’assistenza ambulatoriale specialistica del paziente fragile 

E’ stata presentata oggi, in occasione della riunione del Piano di Zona del Distretto di Belluno ai rappresentanti del terzo Settore presenti all’incontro, l’ Istruzione Operativa recentemente adottata dall’Azienda Sanitaria per l’ accesso all’assistenza ambulatoriale specialistica del paziente fragile.
La nuova procedura, a carattere sperimentale per n. 6 mesi, ha l’intento di rendere paritetico a tutti i cittadini l’accesso alle cure, prevedendo delle corsie preferenziali d’accesso nell’ambito della specialistica ambulatoriale ai “pazienti fragili”.
L’Azienda intende raccogliere con favore in questa fase di sperimentazione suggerimenti utili per verificare la validità ed il perfezionamento del sistema, finalizzato anche ad una possibile estensione dello stesso a tutto l’ambito provinciale.
Per pazienti fragili si intendono i cittadini in condizione di disagio psichico, fisico, con capacità limitate di collaborazione, già certificate dalle strutture aziendali competenti.
Per questi pazienti viene reso più semplice l’accesso ai servizi di Pronto Soccorso dove, indipendentemente dal Triage, il paziente dovrà essere ammesso nel più breve tempo possibile e, compatibilmente con la situazione contingente del servizio, deve essere individuato il percorso più idoneo e l’ ambiente fisico più adeguato.
Inoltre l’Unità Operativa Attività Specialistiche del Distretto di Belluno dell’ULSS ha messo a disposizione un numero telefonico (0437 516018) dotato di segreteria e fax, raggiungibile dalle ore 8,00 alle ore 17,00 dal lunedi al venerdi, al quale si rivolgono il Medico di Medicina Generale, i servizi dell’Unità Operativa Disabilità, il familiare, il tutore, l’Amministratore di Sostegno per inoltrare a richiesta di visita o specialistica.
In caso di comprovata necessità, le nuove modalità operative aziendali prevedono la possibilità che venga attivata la rete dei servizi di trasporto sociale e/o dei mezzi dedicati a livello comunale e/o aziendale.

Share
- Advertisment -

Popolari

Il vicesindaco di Padova Arturo Lorenzoni sfida Luca Zaia alla presidenza della Regione del Veneto

Si chiama Arturo Lorenzoni lo sfidante di Luca Zaia alla presidenza della Regione del Veneto. E' attualmente vicesindaco di Padova, ingegnere elettrotecnico, professore di...

Vigili del Fuoco. Avvicendamenti ai vertici dei capoluoghi veneti

Nei giorni scorsi il Dipartimento dei Vigili del Fuoco del soccorso pubblico e della difesa Civile ha disposto una serie di conferimenti e avvicendamenti...

Ulss Dolomiti, sostegno psicologico covid: 360 interventi in 80 giorni

360 interventi in 80 giorni: E’ quanto è stato fatto nell’ambito del progetto “Sostegno Psicologico COVID” promosso dalla’Ulss Dolomiti in collaborazione con l’AIL sezione...

Sicurezza sismica alla scuola di Castion. Giannone: “Sbloccato finanziamento da oltre 800mila euro”

Più di 800mila euro in arrivo dai fondi per l'edilizia scolastica recentemente sbloccati dal Ministero dell'Istruzione, che verranno inoltrati al Comune di Belluno tramite...
Share