Tuesday, 17 September 2019 - 10:37
direttore responsabile Roberto De Nart

Glamour, sensualità e top fashion. Dall’1 al 3 giugno l’hypercar Frangivento Charlotte Roadster del designer bellunese Giorgio Pirolo alla “Monte Carlo Fashion Week”. Con Naomi Campbell, protagonista della kermesse monegasca

Mag 30th, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Lavoro, Economia, Turismo, Riflettore

Guardano al glamour e al top della moda e della azienda automobilistica italiana FV-Frangivento la cui hypercar Charlotte Roadster, è stata scelta dalla Camera della Moda di Monte Carlo come testimonial esclusivo “Monte Carlo Fashion Week” che si terrà dall’1 al 3 giugno nel Principato.

Organizzata dalla Chambre Monegasque de la Mode in collaborazione con il Governo, il Comune e la Direzione del Turismo e dei Congressi di Monaco, la kermesse vedrà protagonisti i più importanti brand della moda si esibiranno davanti alla stampa internazionale, celebrità e who-is-who in fashion. Grande attesa, inoltre, per la partecipazione della top model Naomi Campbell, alla quale verrà conferito il McFw International Award per la carriera nel mondo della moda.

Presentata in anteprima mondiale al Top Marques di Monte-Carlo, è il secondo modello dell’azienda italiana FV- Frangivento, che si è fatta conoscere al Salone dell’Auto di Torino nel 2016 per poi ottenere la definitiva consacrazione al Motorshow di Bologna.

L’hypercar Charlotte Roadster, 100% elettrica, nasce dalla volontà dei fondatori, Giorgio Pirolo e Paolo Mancini di coniugare uno spiccato senso del design, con la produzione di auto elettriche ed ecosostenibili in un momento di alto tasso di inquinamento.

Per realizzare il loro obbiettivo, i fondatori hanno riunito una squadra di oltre venti eccellenze italiane fra Piemonte e Veneto, riuscendo in questo modo ad unire la massima artigianalità italiana unita alle nuove tecnologie rispettose dell’ambiente.

La vettura sfoggia una siluette iconica avviluppata su di un’unica linea che dal passaruota posteriore percorre tutta l’auto verso il frontale come a voler riprodurre il Jump. Per la sua costruzione la sono stati adottati componenti lavorati dal pieno dell’alluminio con materiali di derivazione aeronautica mentre gli esterni sono battuti a mano secondo l’antica tradizione dei battilastra torinesi.

La Charlotte Roadster è equipaggiata con quattro unità elettriche a flusso assiale, due all’avantreno e due al retrotreno, per una potenza complessiva di di 660 kW e un consumo pari a 14 kWh/100 km. E’ in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 2,6 secondi, raggiungere i 200 KM orari da ferma in 7,8 secondi e toccare una velocità di punta di 305 km/h. L’autonomia, con ciclo Nedc, raggiunge invece i 500 chilometri.

Molto curati anche gli interni, ispirati al Mediterraneo, con pelli e superfici che ricreano i giochi di luce e i riflessi dell’acqua. I passeggeri della due posti possono gustare la sensazione di un tuffo nel mare grazie alle due ‘Onde’ che avvolgono i sedili fino ai pannelli porta. Pensato per ospitare la guida autonoma, l’abitacolo è stato pensato come un moderno loft sgombero da ogni cosa per lasciare spazio all’uso di materiali di pregio, fino ai tasti in argento. Inoltre su una parte dell’auto sospesa, definita “Isola”, perché riprende la forma triangolare della Sicilia, è stato inserito un Moretto Veneziano. Il richiamo al mare è stato ripreso anche dall’inserimento di un acquario dietro i sedili che dà al tutto un senso prospettico inaspettato regalando un’idea di profondità e relax.

Share
Tags: , , , ,

Comments are closed.