Saturday, 22 September 2018 - 06:21

Vivaio Dolomiti: l’Accordo De Gasperi – Gruber è decaduto! Il Trentino Alto Adige restituisca i soldi allo Stato italiano

Mag 29th, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

“Io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono”, cantava Gaber alcuni anni fa. Ieri sera è andato in onda sul canale televisivo Italia 1 un servizio delle Iene sui vitalizi d’oro concessi ai politici.

Sono in molti a beneficiare di questi privilegi – sottolinea in una nota l’Associazione Vivaio Dolomiti –  ma la cosa assurda è che a Eva Klotz, leader del movimento indipendentista sud Tirolese, venga assegnato in anticipo e in una unica soluzione, corrispondente a circa un milione di euro. Durante il programma la Klotz dichiara che  l’italia è un paese occupante e nel suo ufficio imperversa la scritta “Il sud Tirolo non è Italia”.

Secondo il professor Ivone Cacciavillani, l’accordo De Gasperi-Gruber del 1946 ha cessato di vigere per effetto dell’art. 59 sulla Convenzione sul diritto dei Trattati stipulata a Vienna il 23.05.1969. Di conseguenza tutti i privilegi fiscali e l’autonomia del Trentino Alto Adige sono illegittimi. Pertanto il Trentino Alto Adige dovrebbe restituire tutti i soldi che lo Stato italiano ha versato a partire dal 1992, anno in cui venne accertata la “Quietanza liberatoria”, fino ad oggi.

Vivaio Dolomiti – prosegue la nota stampa –  non si sarebbe mai occupato di loro se non ci fosse stata l’intrusione nel progetto autostrada e non ci fosse in atto una colonizzazione del Bellunese da parte di chi si professa non Italiano. Invitiamo quindi tutti i cittadini Italiani a boicottare i prodotti sud tirolesi e a non andare più in vacanza da quelle parti. Meglio andare in uno stato estero vero. Facciamolo il referendum proposto dalla Klotz nel servizio delle Iene, cacciamoli dall’italia. Via dalle nostre istituzioni e che restituiscano quanto avuto, senza averne  diritto, fino a oggi. Costruiamo un altro canale di trasporto verso l’Europa e boicottiamo il Brennero che è la loro più grande ricchezza.
Troviamo strabiliante che i politici bellunesi si facciano gestire dai sud tirolesi (vedi ingresso nell’Euregio della Provincia di Belluno) e che il governo attuale continui ad appoggiare queste persone tanto da inserire nell’ultimo referendum costituzionale ancora più privilegi per questi territori. Per fortuna bloccati dal buonsenso degli italiani.

Servizio Iene al link:
http://www.iene.mediaset.it/puntate/2017/05/28/roma-a-chi-va-il-vitalizio-italiano-da-1-milione-di-euro-_11304.shtml

Share

Comments are closed.