Tuesday, 11 December 2018 - 04:50

Agricoltura, economia, turismo. I progetti di Massaro per una Belluno “verde”

Mag 28th, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Progetti per un’agricoltura biologica in grado di creare mercato e attirare turisti, oltre a iniziative rivolte ai padroni di cani, per una città più “verde”, pulita ed accogliente: la “EcoBelluno” del candidato sindaco Jacopo Massaro parte con presupposti chiari.
«Grazie al regolamento anti-pesticidi, abbiamo sostenuto e difeso le biodiversità del nostro territorio. – spiega Massaro – Ora, dobbiamo potenziarle, anche sotto l’aspetto economico e turistico»
In tema agricolo, sarà attivato un servizio di consulenza agronomica gratuito per chi vorrà convertire la propria attività al biologico; il Comune di Belluno farà da capofila nella promozione del biodistretto a livello provinciale; ci sarà la creazione di un marchio a tutela dei prodotti locali e genuini, che potranno trovare spazi di vendita nel mercato dedicato ai piccoli coltivatori che sarà ospitato nell’ala dell’ex caserma dei Vigili del Fuoco di Piazza Piloni, prossima alla ristrutturazione.
«L’agricoltura avrà anche un ruolo sociale: – spiega Massaro – potremo inserire lavoratori nella produzione e vendita di questi prodotti; inoltre, assegneremo ai cittadini disoccupati prossimi alla pensione terreni incolti per la produzione di fagioli. È infatti possibile vedersi riconosciuti i contributi necessari per il pensionamento, ed abbiamo già avuto contatti con i vari consorzi per avviare il progetto».
Con queste iniziative si attirerà quella fascia di turisti appassionati di eno-gastronomia e cultura bio, ma si lavora anche sull’aspetto dell’igiene della città per presentarla al meglio a cittadini e visitatori: «Intendiamo avviare un progetto di educazione urbana per responsabilizzare il cittadino nella gestione del proprio cane nelle aree della città, evitando che sporchi per strada. – illustra Massaro – Anche in questo senso va l’impegno con le associazioni per realizzare nuove aree di sgambatura, ed insieme a loro abbiamo già individuato un paio di possibili zone per la creazione. Infine, riprenderemo il progetto, rimasto in sospeso, della creazione di un “giardino degli affetti”».
Sempre a tutela degli animali vanno poi ricordati il regolamento per il benessere animale, approvato a marzo e sostenuto dalle principali associazioni animaliste, e il progetto a tutela delle rondini.

Share

Comments are closed.