Tuesday, 23 January 2018 - 01:52

Furto con destrezza in un albergo di Cortina. Ladro incastrato dalle telecamere

Mag 23rd, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Volante della polizia a Cortina d’Ampezzo

H.V. 26enne proveniente dalla Repubblica Ceca, è stato identificato quale autore di un furto in un hotel di Cortina a seguito delle indagini condotte dal personale del Commissariato di Cortina d’Ampezzo.  L’uomo è stato quindi sottoposto ai rilievi fotodattiloscopici ed indagato in stato di libertà per il reato di cui all’art. 624 Bis.

I fatti

Il 12/05/2017, personale del Commissariato di Cortina d’Ampezzo interveniva in un hotel di Cortina d’Ampezzo ove era stato segnalato un furto. La titolare riferiva che da uno scaffale  dietro al banco della reception era sparito un sacchetto in plastica contenete monete per un importo di circa 100 euro.
Dall’esame delle immagini delle telecamere del circuito di sorveglianza risultava che il sacchetto era stato rubato verso le ore 20:00 del 11/05/2017, da un giovane che era entrato in albergo e aveva approfittato della momentanea mancanza di personale al banco della reception. Una seconda telecamera all’esterno rivelava che il giovane era giunto poco prima con una autovettura marca Skoda modello Superb di colore nero. Dalle immagini di altre telecamere la polizia risaliva al numero di targa dell’auto immatricolata nella Repubblica Ceca e richiedeva quindi i dati dell’intestatario attraverso il Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia del Ministero dell’Interno, riuscendo unicamente ad evincere che risultava intestata ad una società con sede a Praga. Successivamente, in collaborazione con un equipaggio della Polizia Stradale si provvedeva a fermare il veicolo. Gli occupanti risultavano essere tre giovani provenienti dalla Repubblica Ceca, di cui due sprovvisti di documenti d’identità, motivo per il quale venivano tutti accompagnati in Commissariato per l’identificazione. Comparando le immagini dell’impianto di sorveglianza dell’hotel Villa Neve con i tratti somatici di H.V. di anni 26, si accertava senza ombra di dubbio che questi era colui il quale aveva commesso il furto, precisando che lo stesso risultava essere in possesso anche dello stesso abbigliamento utilizzato durante la commissione del reato: giacca nera con strisce bianche, pantaloni chiari e berretto di lana con pon pon di colore verde.  H.V. pertanto veniva sottoposto ai rilievi fotodattiloscopici ed indagato in stato di libertà per il reato di cui all’art. 624 Bis. Gli altri due giovani ceki, R.P. e C.L. non essendoci elementi che potessero supportare la correità nell’esecuzione del furto, venivano fotosegnalati ai fini della loro completa identificazione.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.