13.9 C
Belluno
sabato, Giugno 6, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Presentazione del volume “Quando comandava la spada”, atti del convegno sul Medioevo...

Presentazione del volume “Quando comandava la spada”, atti del convegno sul Medioevo in Valbelluna. Sabato 27 maggio ore 18 aula magna del Liceo Lollino

La serie “Storia” dei libri dell’Istituto Bellunese di Ricerche Sociali e Culturali continua a crescere con dei contributi importanti. L’ultimo in ordine di tempo è il volume “Quando comandava la spada” curato da Giorgio Reolon. Si tratta dell’insieme delle comunicazioni tenute al Convegno di Studi sul Medioevo in Valbelluna svoltosi nel Castello di Zumelle il 17 Ottobre 2015. Si parte dalle ricerche archeologiche per centrare l’attenzione sul Castello di Zumelle visto nella sua realtà strutturale, nella sua importanza sociale e anche nella sua trasformazione nel mondo della letteratura. Ma il Convegno ha dato occasione anche di considerare, sempre nell’ambiente bellunese, le chiese altomedievali, l’arte caratteristica della zona, i rapporti tra famiglie importanti, come i Da Romano. Si tratta quindi si uno studio praticamente unico sul castello di Zumelle e su vari aspetti della vita medievale nel Bellunese.

Il volume contiene dieci relazioni: Marco Perale, “Medioevo bellunese. Una sintesi storica”; Chiara D’Incà, “Archeologia del Medioevo in Valbelluna”; Fabio Sartori, “Zumelle: un castello medievale in Valbelluna. Percorsi e laboratori didattici”; Eugenio Padovan, “Castello di Zumelle. Alcune riflessioni e prospettive per la sua valorizzazione”; Marco Perale, “La Historia di Casteldardo. Un inedito romanzo cortese nella Valbelluna tra Goti, Longobardi e Franchi”; Michele Zanchetta, “Viabilità e incastellamento tra Valbelluna e alto Trevigiano”; Elisa Possenti, “Le chiese atomedievali di San Donato e San Pietro a Mel”; Giorgio Reolon, “Esempi di arte medievale in Valbelluna”; Jacopo De Pasquale, “I Da Romano e Belluno. Da advocati a domini”; Manlio Leo Mezzacasa, “Testimonianze di oreficeria tardogotica veneziana nell’alto Veneto”.

La serata di presentazione degli Atti sarà sabato 27 maggio, alle ore 18, nell’aula magna del Liceo classico “A. Lollino” di Belluno, in piazzetta S. Maria dei Battuti. L’iniziativa è organizzata dall’Associazione culturale “Artestoria”, promotrice dello stesso convegno, e dall’Istituto Bellunese di Ricerche Sociali e Culturali, in collaborazione con la Biblioteca Gregoriana del Seminario e con il liceo Lollino, e con il patrocinio del Comune di Mel e della Provincia di Belluno.
A presentare il libro interverrà Andrea Bona, architetto e storico; nel corso della serata ci saranno alcuni intermezzi musicali eseguiti da Mosè Andrich al pianoforte.
Il volume, ricco di immagini sia a colori che in bianco e nero, stampato dalla Tipografia Piave, è in vendita nelle principali librerie e presso la Segreteria dell’Istituto, al prezzo di Euro 20,00.

Share
- Advertisment -

Popolari

Il vicesindaco di Padova Arturo Lorenzoni sfida Luca Zaia alla presidenza della Regione del Veneto

Si chiama Arturo Lorenzoni lo sfidante di Luca Zaia alla presidenza della Regione del Veneto. E' attualmente vicesindaco di Padova, ingegnere elettrotecnico, professore di...

Vigili del Fuoco. Avvicendamenti ai vertici dei capoluoghi veneti

Nei giorni scorsi il Dipartimento dei Vigili del Fuoco del soccorso pubblico e della difesa Civile ha disposto una serie di conferimenti e avvicendamenti...

Ulss Dolomiti, sostegno psicologico covid: 360 interventi in 80 giorni

360 interventi in 80 giorni: E’ quanto è stato fatto nell’ambito del progetto “Sostegno Psicologico COVID” promosso dalla’Ulss Dolomiti in collaborazione con l’AIL sezione...

Sicurezza sismica alla scuola di Castion. Giannone: “Sbloccato finanziamento da oltre 800mila euro”

Più di 800mila euro in arrivo dai fondi per l'edilizia scolastica recentemente sbloccati dal Ministero dell'Istruzione, che verranno inoltrati al Comune di Belluno tramite...
Share