13.9 C
Belluno
martedì, Giugno 2, 2020
Home Cronaca/Politica Bocciato il via libera all'elettrodotto. Massaro: «Non si passa sul fiume Piave» 

Bocciato il via libera all’elettrodotto. Massaro: «Non si passa sul fiume Piave» 

Jacopo Massaro

Il via libera da parte della commissione Via Vas al “progetto di razionalizzazione della rete elettrica nella media valle del Piave” non soddisfa affatto il candidato sindaco Jacopo Massaro, che boccia senza appello la scelta di non interrare.
«Sono state accolte gran parte delle osservazioni avanzate da comuni e cittadini, – commenta Massaro – e per noi è significativo che sia stata abbandonata l’ipotesi del passaggio a mezza costa sul Nevegal e che si sia deciso di agganciarsi alla rete esistente a Sagrogna, come da noi richiesto, anziché proseguire con il nuovo tracciato fino a Levego».
C’è però un aspetto che fa infuriare Massaro: «È una vergogna che si pensi ancora di attraversare il fiume Piave con un elettrodotto in linea aerea. Non possiamo parlare di tutela dell’ambiente, di paesaggio e di problemi idrogeologici e poi piazzare piloni da 40 metri nel greto di un fiume. Ci opporremo con tutte le forze a questa possibilità; se l’interramento è una proposta “tecnicamente irricevibile”, come dice l’architetto Mainardi, allora si abbandoni la realizzazione dell’elettrodotto».
L’intenzione di Terna è quella di proseguire nella realizzazione del progetto facendo leva sul protocollo d’intesa sottoscritto dall’amministrazione Prade, che aveva visto il voto contrario dell’allora capogruppo di opposizione Massaro: «Oggi però al governo della città ci siamo noi: non daremo tregua a nessuno e faremo di tutto per fermare questa opera assurda. Terna ripensi completamente l’elettrodotto, utilizzando le nuove tecnologie per fare opere al passo coi tempi; se non intende farlo, perlomeno utilizzi infrastrutture a 220 kv, abbassando ancora i piloni portandoli a un’altezza di 18 metri ed interrando la linea ad Andreane».

Share
- Advertisment -

Popolari

990mila euro per la messa in sicurezza a Villaga. Bortoluzzi (Provincia) e Zatta (Comune di Feltre): «Si pone fine a un problema annoso»

Partirà nei prossimi giorni la messa in sicurezza dell'abitato di Villaga, in Comune di Feltre. Una vasta operazione gestita dalla Provincia di Belluno che...

Borgo Valbelluna. Le biblioteche, “Piazze del sapere” anche per i più giovani

In questi giorni il Comune di Borgo Valbelluna si sta attivando per formalizzare l’affidamento a terzi di alcune attività del servizio bibliotecario comunale per...

2 giugno Festa della Repubblica. Cerimonia in piazza dei Martiri per il 74mo anniversario

La drammatica situazione di emergenza sanitaria causata dall’epidemia del coronavirus impone che per quest’anno la cerimonia si svolga rispettando le misure di prevenzione per...

Nevegal, basta rimpalli! De Moliner: “Non vorremmo che la proposta Gidoni in Regione finisse come la Legge 25/14 sulla autonomia della Provincia di...

"Crediamo che sulla vicenda Nevegàl debba essere fatta chiarezza sulle intenzioni che hanno la Regione e il Comune di Belluno. Non è possibile, ed...
Share