Friday, 15 November 2019 - 15:10
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Gli appuntamenti della settimana a Feltre

Mag 13th, 2017 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

CONCERTO CORALE E STRUMENTALE IN ONORE DEI SS. VITTORE E CORONA – Lunedì 15 maggio

Lunedì 15 maggio, alle 20.45, presso il Duomo di Feltre, l’Associazione “Allez Regretz”, con la collaborazione della Schola Cantorum di Santa Giustina, presenta il Requiem in re minore KV626 di Mozart, concerto in onore dei SS. Martiri Vittore e Corona. Il concerto, corale e strumentale, sarà tenuto dalla Schola Cantorum di Santa Giustina e dall’Orchestra Classica Italiana, diretti dal maestro Fabrizio Da Ros. I solisti saranno: Laura Andreini, soprano, Claudia De Pian, mezzosoprano, Massimo Cagnin, tenore, Piergiorgio Freddi, basso. Il Requiem presenterà alcune variazioni di Daniel Perer e Fabrizio Da Ros. In programma anche la Marcia Funebre di Cherubini.L’evento gode del patrocinio del Comune di Feltre.

CONCERTO DI ALVISE BORTOLINI – Venerdì 12 maggio

Venerdì 12 maggio, alle ore 21:00 al Teatro de la Sena, si terrà il concerto “Storia di un pensiero nascosto” di Alvise Bortolini. Ad accompagnare Bortolini saranno i musicisti: Daniele Martin, piano e tastiere, Vanja Arione, basso, Aldo Pellegrini, chitarra, Simone Gerardo, batteria, Valentina De Rosa, voce solista e cori.
Per prevendite e informazioni rivolgersi al Circolo Cultura e Stampa Bellunese al numero 0437/948911 o all’indirizzo info@ccsb.it
INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA NATURAE DI SILIVA MARTIGNAGO – Sabato 13 maggio

Sabato 13 maggio, dalle ore 18, in Galleria Via Claudia Augusta si terrà l’inaugurazione della mostra “Naturae” di Silvia Martignago. Terrà la presentazione Virginie McAvoy, intervallata da letture di Anna Branciforti e performance musicali di Francesco Maria Ranzato.
La mostra è una raccolta di paesaggi dipinti con toni solari e colori di grande intensità , che ben esprimono la personalità di questa artista di Montebelluna. I quadri, con la loro luce, regalano emozioni e una visione positiva del mondo.
La mostra sarà visitabile fino a martedì 6 giugno 2017 con i seguenti orari: sabato e domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00, i giorni feriali su appuntamento.
FIERA DELL’OGGETTO RITROVATO – Domenica 14 maggio

Domenica 14 maggio, dalle 8:00 alle 18:00, in centro storico si terrà il secondo appuntamento quest’anno con la Fiera dell’oggetto ritrovato.

Ad animare la giornata ci sarà Santosh Dolimano della Casa degli Gnomi, per la gioia i grandi e piccini. Santosh è un artista di vecchia data, giocoliere fantasista, clown e esperto in arti circensi, con le sue acrobazie da abile saltimbanco e le sue divertenti gags con i burattini saprà creare un’atmosfera magica anche coinvolgendo il pubblico con antichi e divertenti giochi. Il suo spettacolo “Io e il mio mondo per aria” è in programma alle 11.00, alle 15.00 e alle 17.00.

In occasione della Fiera sarà possibile accedere alla Galleria d’arte moderna «Carlo Rizzarda» e al Museo civico con il biglietto ridotto (€ 1,50), salvo casi di gratuità previsti dalle tariffe vigenti, oppure, entrambi i musei, con il cumulativo ridotto (€ 2,50). Le strutture di via Paradiso e di via Luzzo saranno visitabili con orario 10.30-12.30 e 16.00-19.00.
Nel Museo civico, per l’occasione, sarà esposta la collezione di bronzetti di norma conservata nei depositi. Si tratta di un nucleo particolarmente interessante che comprende le statuine a soggetto mitologico (Venere, Cupido e Amorini) dei secoli XVI e XVII, riconducibili rispettivamente all’ambito di Tiziano Aspetti e Nicolò Roccatagliata e appartenenti alla raccolta del conte Jacopo Dei. Di particolare rilievo il battente proveniente dal Monte di Pietà con l’effigie del Beato Bernardino Tomitano attribuito allo scultore Francesco Terilli (Feltre 1550-Venezia 1630). Non mancano maniglie di gusto antiquario con raffinati busti di Imperatori (XVI-XVII sec.), piccoli Guerrieri definiti nei minimi particolari (XVII sec.) e oggetti curiosi come il Calamaio barocco con figure di giovinetti e protomi leonine (XVIII sec.). Attestano l’attenzione all’oriente i piccoli simulacri giapponesi con Samurai della fine del XIX sec. donate al Museo da Antonietta Guarnieri Dal Covolo.

 

Share

Comments are closed.