Friday, 15 November 2019 - 15:12
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Terza stagione del progetto di Residenza teatrale di Tib Teatro

Mag 12th, 2017 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

“C’era 2 volte 1 cuore”, l’emozionante spettacolo prodotto da Tib Teatro di Belluno, nell’ambito del Progetto di Residenza, è stato selezionato per l’importante festival di teatro per le nuove generazioni Maggio all’infanzia.
Lo spettacolo, che al suo debutto al Comunale, non a caso registrò il tutto esaurito, andrà in scena domenica 21 alle ore 10 presso il Teatro Kismet di Bari, nell’ambito del prestigioso festival che seleziona gli spettacoli più interessanti del panorama internazionale dedicati ai più giovani.

Il Maggio nasce più di 20 anni fa con l’intento di essere un festival dell’infanzia e non solo per l’infanzia, una comunità di adulti e bambini che il festival sa unire, sollecitando l’anima infantile delle persone, immergendosi nell’infanzia di entrambi, quale condizione di stupore e scoperta, di predisposizione e sguardo, di energia e intelligenza. L’arte è la guida di questa ricerca, prima fra tutte quella del teatro, dal teatro di figura alla narrazione, dal teatro di animazione al teatro d’attore,
protagonista principale di una fitta programmazione dedicata al pubblico dei ragazzi e delle loro famiglie. Ma non solo. Quello che rende il Maggio all’Infanzia un festival unico in Italia è il suo essere momento di raccordo fra tutte le arti che mettono al centro l’infanzia, teatro, cinema, letteratura, arti di strada, musica e arti visive. Un’occasione per far interagire il meglio delle produzioni e dei progetti dedicati alle nuove generazioni, creando una sinergia fra forme, declinazioni, espressioni d’arte differenti.
Questo significativo riconoscimento arriva per Tib Teatro a coronare una stagione di successi, la Terza del Progetto di Residenza inaugurato nel 2014, in collaborazione con la Fondazione Teatri delle Dolomiti, che ha visto Tib impegnato nella produzione di 5 spettacoli in 3 anni di residenza: Racconti di Guerra per un mondo di Pace, Shakespeare’s word, Sotto diverse stelle e la Guerra dei Bottoni, al debutto in autunno, e appunto C’era 2 volte 1 cuore. Unitamente agli spettacoli prodotti , il Progetto di Residenza di Tib Teatro ha dato vita all’articolato progetto di educazione al teatro Comincio dai 3 – composto dalle stagioni per le scuole e le famiglie, e dalle diffuse iniziative di formazione.

50 gli spettacoli andati in scena per Comincio dai 3 nella stagione 2016-2017 (a Belluno e nei due poli teatrali di Feltre e Domegge) di cui 30 solo a Belluno, nell’ambito del Progetto di Residenza 16-17, progetto per il quale Tib Teatro nel triennio 14-17 ha portato al Comunale e nelle scuole di Belluno 92 spettacoli.
I percorsi di formazione e propedeutica teatrale realizzati, solo in questa stagione 16-17, nelle scuole di Belluno e provincia sono 24, e a breve approderanno nella storica scuola Gabelli, che insieme al Liceo Galilei ha attivato da quest’anno tale attività.

Il progetto culturale territoriale provinciale di Tib Teatro nella stagione 16-17, ha coinvolto 13.000 partecipanti tra studenti, insegnanti, famiglie.

Si è realizzato in collaborazione con i Comuni di Belluno, Feltre e Domegge, con il patrocinio del MIUR- Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto e della Regione del Veneto, con il sostegno di Fondazione CariVerona, Fondazione Teatri delle Dolomiti, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Reteeventi Provincia di Belluno e la partnership di Ascotrade e AICS per la cultura.

Il successo di C’era 2 Volte 1 Cuore, scaturito dal lavoro di una nutrita squadra di giovani artisti bellunesi, collaboratori del Tib – che per circa un mese hanno dato vita ad un vero e proprio laboratorio scenotecnico creando, sotto la guida di Marcello Chiarenza, i magici oggetti scenici con elementi naturali come acqua, foglie, carta, legno, piume – dà merito al lavoro di una squadra così composta: Regia Daniela Nicosia, Scene Marcello Chiarenza, Con Susanna Cro e Solimano Pontarollo, Voce narrante Maria Sole Barito, Disegno Luci e Suono Paolo Pellicciari, Costumi Giorgio Tollot, Assistente alla regia Isabella de Biasi, Assistente alle scene Sara Andrich, Realizzazione scene Luigi Bortot, Editing audio Fabio De Min, Foto di scena Fabio Barito.
Successo che, in questa stagione, lo spettacolo ha riscosso nei teatri di Brescia, Ivrea, Monte S.Vito, S.Giacomo di Laives, S.Donà, Mira, Ferrara, Cattolica, Bagno a Ripoli, Cascina, S.Croce sull’Arno, Forte dei Marmi, Vinci, Bergamo, Milano, Trieste, Caraglio, S. Maria al Monte, Legnago, Cittadella, e ultimo ma non ultimo il Goldoni di Venezia.
Gli spettacoli prodotti dal Tib realizzano, infatti, più di 90 repliche l’anno

Share

Comments are closed.