Wednesday, 13 December 2017 - 11:27

Coltrondo. Piccoli: “Promesse nel 2014, lavori nel 2020, forse. Dov’è finita la priorità?

Apr 30th, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Giovanni Piccoli, senatore Forza Italia

“Promesse nel 2014, lavori – forse – nel 2020. Sembra che il Governo non abbia fretta di andare avanti su Coltrondo: troppe attese e scarsa concretezza”.

A dirlo è il senatore Giovanni Piccoli in relazione all’affidamento dello studio di fattibilità per la realizzazione dell’opera di accesso al comprensorio del Comelico.

“Sembrerebbe una buona notizia ma se approfondiamo si scopre che a oggi le attività di analisi geologiche, geotecniche sono state oggetto di richiesta di offerta non ancora perfezionato. In pratica, non è stato ancora firmato il contratto con chi farà concretamente questo lavoro”.

“Dopodiché l’incaricato avrà tempo 150 giorni, salvo proroghe, per produrre gli elaborati: questo significa che, vuoto per pieno, il 2017 se ne va così”.

“Ben che vada poi dal 2018 comincerà la trafila del progetto definitivo, degli appositi finanziamenti fino al progetto esecutivo: a essere ottimisti per la gara d’appalto e l’avvio dei lavori si dovrà aspettare il 2019/2020. Dov’è l’urgenza promessa dal Governo all’indomani dell’emergenza?”, si chiede Piccoli.

“Nel frattempo”, prosegue il senatore, “manca ancora una programmazione seria relativa all’intera viabilità di accesso al Comelico. Sbaglia chi pensa che la partita infrastrutturale dell’Area si risolva con Coltrondo, che è solo la punta dell’iceberg di una rete viaria che ha urgente bisogno di interventi. Serve stabilire un cronoprogramma di lavori e appositi finanziamenti, altrimenti sarà l’ennesima presa in giro di un territorio condannato alla marginalità”.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.