Thursday, 14 December 2017 - 12:06

I° Maggio, Festa dei Lavoratori. Cgil-Cisl-Uil: la locomotiva economica del Nord-Est riprende lentamente corsa

Apr 28th, 2017 | By | Category: Lavoro Economia Turismo, Riflettore

Viel, Roffarè, De Carli

Il Pil del Veneto Nel 2017 non è stato trainante come nel passato , solo un +0,9%. Tuttavia la produzione manifatturiera industriale guadagna un +2% annuo. Positive le presenze turistiche con un + 2-3%. Ma rallentano le esportazioni e i consumi interni. Aumentano i depositi bancari e diminuiscono i prestiti delle banche. Il lavoro indipendente è in difficoltà, in continua contrazione,  con una continua contrazione delle vocazioni imprenditoriali. Le famiglie che vivono sotto la soglia della povertà relativa sono il 5,5%.

E’ la fotografia del Veneto scattata dalle Organizzazioni sindacali Cgil Cisl e Uil illustrata dai tre segretari De Carli, Roffarè e Viel nel corso della conferenza odierna che anticipa la Festa del Lavoro del I° maggio.

La situazione della provincia di Belluno non si discosta di molto da quella veneta. Le imprese qui sono in calo. Nell’ultimo anno, a fronte di 819 nuove aziende aperte, sono 931 le chiusure registrate. Con una modestissima crescita di 8 unita di aziende start-up.

Le assunzioni in provincia sono state di 32.245, e le cessazioni 30.765 per un saldo attivo di 1.480 attivazioni (Fonte Veneto Lavoro). I disoccupati sono in lieve ma costante calo, a gennaio 2015 erano 7.251 mentre a dicembre 2016 erano 6.770 ossia 481 disoccupati in meno. In miglioramento anche il versante dei giovani. Nella fascia 18/29 anni 1627 disoccupati nel 2015 e 1529 nel 2016 (- 98 disoccupati) con una percentuale che si attesta sul 22,8%.

 

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.