Friday, 15 December 2017 - 08:21

Grande successo per l’ex-tempore di Arsiè. Vince il primo premio lo scultore del legno Beppino Lorenzet

Apr 28th, 2017 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Si è conclusa con successo la manifestazione intitolata“L’anima del legno”, un ex tempore di scultura en plein-air organizzata ad Arsiè dal 22 al 25 aprile da Diego Rizzo. I cinque scultori Sara Andrich, Inma Garcia Arribas, Jessica Ielpo, Beppino Lorenzet e Pier Romano Selvestrel, prima dell’inizio dei lavori, sono stati ricevuti dal sindaco Vendramini e dall’assessore alla cultura Andrea Pontello in municipio a Cadola. Presenti anche gli allievi del liceo musicale Renier, circa ottanta ragazzi diretti da Delio Cassetta che hanno intrattenuto gli ospiti eseguendo quattro brani musicali, l’Inno di Mameli e quello europeo. Domenica ad Arsiè si è esibito anche il corpo bandistico della Val Cantuna che ha percorso tutto il paese, soffermandosi nelle postazioni degli scultori. Lunedì tutti gli alunni della scuola primaria di Oltrerai, più di cento, dopo aver visto le opere hanno quindi votato il loro scultore preferito. Nel pomeriggio le sculture sono state raggruppate nel cortile della Galleria Rizet e alla presenza del sindaco, l’assessore e il deputato pontalpino Roger De Menech è stato proclamato il vincitore: Beppino Lorenzet , già vincitore del San Martino come Inma Garcia Arribas . Ha consegnato l’attestato di partecipazione agli scultori il maestro Matthias Sieff invitato per l’occasione. I pittori locali Lisa Levarelli e Roberto Bridda hanno invece dipinto degli scorci di Arsie su una tela consegnandoli poi, come ricordo, alle tre scultrici donne. Ha presentato la manifestazione Luigi De Pra. Da registrare una grande partecipazione di pubblico proveniente non solo dal Bellunese. Le opere sono esposte nella Galleria Rizet, assieme ad altre sculture realizzate in passato, dove rimarranno per qualche settimana. Un ringraziamento particolare gli organizzatori lo rivolgono allo sponsor Assicuratrice Valpiave “il cui contributo ha reso possibile questa importante iniziativa culturale”.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.