Friday, 15 December 2017 - 19:55

In sette per Palazzo Rosso. Il pronostico. Due dei quattro al ballottaggio: Massaro, Bello, Gamba, Messinese

Apr 17th, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

Palazzo Rosso, sede del Comune di Belluno

Ad oggi, per il Comune capoluogo, sono sette i candidati sindaco che si fronteggiano alle urne alle elezioni amministrative dell’11 giugno 2017.
Oltre al sindaco uscente, Jacopo Massaro, che si ripresenta con le sue liste civiche per lo più tendenti al centrosinistra, abbiamo Paolo Gamba, ex assessore (Forza Italia) giunta Prade, che si presenta anche lui con delle liste civiche che strizzano l’occhio al centrodestra. La Lega Nord (centrodestra), mette in campo Franco Gidoni, che è già consigliere regionale in carica, e ciò fa supporre che non vi fossero altri nomi di rilievo da presentare su Belluno. Del resto, alle precedenti amministrative, la Lega non è riuscita nemmeno ad eleggere un suo consigliere comunale. Centrodestra al momento diviso, dunque, salvo che nei prossimi giorni non si trovi una soluzione dignitosa per ritirare la candidatura di Gidoni e far confluire la Lega in appoggio a Gamba e ricompattare così centrodestra (Lega – Forza Italia – Pdl). Nel centrosinistra la frattura è per lo più analoga. Le trattative tra il Pd e Massaro, nel momento in cui scriviamo, sembrano irreparabilmente fallite, tant’è che il Pd ha ufficializzato la candidatura di Paolo Bello ritirando quella precedente, propedeutica all’accordo poi naufragato, della segretaria provinciale Erika Dal Farra. Il Movimento Cinque Stelle a Belluno, che come dato di riferimento aveva ottenuto alle precedenti elezioni amministrative un consenso del 10% circa e due consiglieri eletti, oggi candida Stefano Messinese. Che potrebbe avvalersi dell’effetto trascinamento grazie al forte consenso che i 5 Stelle vantano a livello nazionale e quindi migliorare la performance anche in sede locale.
Proseguendo la carellata dei candidati sindaco di Belluno troviamo Franco Roccon, ex consigliere regionale, ex presidente Bim Gsp, con una sua lista civica, orientata a centrodestra. Infine, all’estrema sinistra, il candidato sindaco Elder Rambaldi, per il Partito Comunista dei Lavoratori.
Con sette candidati, nessuno dei quali ha la forza di superare il primo turno con più del 50% dei voti, si andrà inevitabilmente al ballottaggio tra i due le cui liste otterrano il maggior numero di voti. E allora, dando un’occhiata al dato storico delle precedenti elezioni e all’attuale situazione politica locale e nazionale e verosimile ritenere che il ballottaggio si giocherà tra quattro possibili candidati.
Che potrebbero essere il sindaco uscente, e quindi favorito per visibilità, Jacopo Massaro. Gli altri tre che abbiamo individuato sono Paolo Bello (Pd), Paolo Gamba (civica centrodestra) e Stefano Messinese (5 Stelle).
Roberto De Nart

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.