Wednesday, 13 December 2017 - 13:20

Mur di Cadola (Belluno), l’integrazione parte dai banchi di scuola

Apr 16th, 2017 | By | Category: Prima Pagina, Scuola

Grande successo per la rappresentazione teatrale “Other People” degli alunni di Quartier Cadore tenutasi presso la Scuola Primaria di Quartier Cadore a Cavarzano sul tema dell’integrazione. L’interesse per questa rappresentazione nasce dal fatto che le storie narrate sono integralmente frutto dell’inventiva dei bambini che, insieme alla maestria dell’attore e regista Gianluca De Col, hanno portato in scena un tema attualissimo rappresentato in tutte le sue sfaccettature. Gianluca De Col è nato a Belluno nel 1978 e ora vive e lavora a Milano. Diplomato alla scuola per attori del Teatro Stabile del Veneto Carlo Goldoni (2000) e al corso di drammaturgia della Scuola Accademia d’Arte Drammatica Paolo Grassi (2003), attualmente coniuga scrittura teatrale e lavoro scenico facendosi interprete dei propri testi. Gli alunni di classe prima hanno raccontato il mondo delle emozioni visto con gli occhi dei bambini, di tutti i bambini di ogni provenienza culturale e sociale.

Gli alunni delle classi terze e quarte hanno scoperto un mondo tutto bianco dove anche gli abitanti come gli alberi sono bianchi: tutto è bianco, privo di gioia ed emozioni. Due bambini partono: forse da qualche parte esiste un mondo diverso… Incontrano poi i maghi del colore… e il mondo senza colori scopre l’allegria, nell’allegorica diversità dei colori. I bambini di classe quinta hanno proposto la storia del “bambino invisibile”. Pierluigi non è un bambino qualunque:è un bambino invisibile che rappresenta le vittime dell’indifferenza alle diversità. Per farsi notare dai compagni combina solo guai, rendendosi insopportabile. Ma Pierluigi alla fine troverà una sua strada per rendersi utile agli altri e riconquisterà la simpatia dei compagni.

Lo spettacolo finale è stato l’incontro con il pubblico entusiasta dei genitori: il giusto riconoscimento di un lavoro frutto di un lungo percorso di ben quindici appuntamenti dove tutti gli alunni della scuola si sono ritrovati insieme nell’esperienza teatrale, intorno al denominatore comune dell’accoglienza e dell’accettazione di ogni forma di diversità. Teatro dunque come educazione e come formazione ai sentimenti di cittadinanza e uguaglianza.
Larixa
Nella foto:Il regista Gianluca De Col con i piccoli attori (ph Renato Cafiero)

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.