Friday, 15 December 2017 - 08:15

Festa della Polizia di Stato

Apr 8th, 2017 | By | Category: Prima Pagina, Società, Istituzioni

Sarà celebrato, lunedì 10 aprile, il 165° anniversario della fondazione della Polizia di Stato, il cui titolo celebrativo sarà , anche per quest’anno, “Esserci sempre”, in linea con la mission assunta dalla Polizia di Stato.
La data di quest’anno è stata individuata dal Capo della Polizia prefetto Franco Gabrielli che ha voluto far coincidere la fondazione della Polizia di Stato con il giorno della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della legge 01 aprile 1981 n. 121.
E’ con tale legge, infatti, che la Polizia di Stato ha assunto l’attuale veste di “corpo civile militarmente organizzato” per garantire la tutela dello Stato e dei suoi cittadini, prevenire e contrastare tutte le espressioni della criminalità e le turbative all’ordine ed alla sicurezza pubblica.
La manifestazione, attuata dal questore, quale organo di vertice della Polizia di Stato nella provincia, prevede inizialmente la deposizione di una corona di alloro alla lapide che ricorda i caduti della Polizia di Stato, all’interno della Caserma Raniero di Belluno, alla quale presenzierà anche il prefetto della provincia Francesco Esposito.
Inoltre, nella piazza Martiri di Belluno ed in piazza Maggiore a Feltre saranno allestiti fin dalle ore 09.00 dei gazebo, dove i cittadini potranno ricevere informazioni sull’attività svolta ed interagire con i nostri operatori.
Successivamente, alle ore 11.15 presso il teatro “La Sena” di Feltre, alla presenza delle autorità provinciali, nonché civili e militari, sarà premiato il personale della Polizia che si è distinto in operazioni di polizia giudiziaria e soccorso pubblico.
Chiuderà la manifestazione, anche per la gioia dei più piccoli, un’ esibizione di cani poliziotto in piazza Maggiore a Feltre.
Nella predetta occasione saranno consegnati i seguenti riconoscimenti:
ENCOMIO: all’Assistente della Polizia di Stato Stiw MARCON

MOTIVAZIONE: Con notevole professionalità ed intuito investigativo, espletava un’operazione di Polizia Giudiziaria culminata nella
disarticolazione di un gruppo criminale dedito al traffico di stupefacenti.”
22 aprile 2016
LODE: all’Assistente della Polizia di Stato Stiw MARCON

MOTIVAZIONE: Per l’impegno profuso nell’espletare un’operazione di polizia giudiziaria che consentiva di sgominare un sodalizio criminale di albanesi dediti al traffico di sostanze stupefacenti, con l’esecuzione di cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere.”
19 ottobre 2016
LODE: all’Assistente della Polizia di Stato Stefano CELATO

MOTIVAZIONE: “…. Si distingueva nell’espletamento di due interventi di polizia giudiziaria che si concludevano a distanza di poche ore, con l’arresto di due cittadini stranieri colpiti da ordine di carcerazione. Dava prova nella circostanza, di lodevole capacità professionale”.
16 novembre 2015

LODE: all’Assistente della Polizia di Stato Stefano CELATO

MOTIVAZIONE: “ .. Dava prova di spirito di iniziativa e determinazione operativa in un intervento di Polizia Giudiziaria che si concludeva
con l’arresto di un individuo responsabile di detenzione, ai fini di spaccio, di sostanza stupefacente.”
15 dicembre 2015

LODE: all’Assistente della Polizia di Stato Stefano CELATO

MOTIVAZIONE: “ Con senso del dovere e professionalità, si distingueva in un’operazione di Polizia Giudiziaria che culminava nell’arresto di un cittadino somalo per il delitto di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.”
19 ottobre 2016

ALTRI RICONOSCIMENTI PREMIALI:

Ispettore Superiore S.U.P.S. Sostituto Commissario della Polizia di Stato Francesco MUSCOLINO: “ Coordinava con perizia e professionalità la fase di predisposizione e esecuzione di tutti i servizi svolti dal personale del Commissariato e da quello aggregato per la manifestazione sportiva di coppa del mondo di sci femminile 2017”.

Ispettore Superiore S.U.P.S. Sostituto Commissario della Polizia di Stato Alberto DEL FAVERO: “ Per l’attività di Ordine e Sicurezza Pubblica in occasione della manifestazione sportiva di coppa del mondo di sci femminile 2017 in cui ha coordinato efficacemente sia il personale del Soccorso Sanitario dislocato lungo il campo di gara sia i dipendenti della Polizia di Stato ”.

Ispettore Superiore S.U.P.S. Sostituto Commissario della Polizia di Stato Ivano ZUGLIAN: “Coordinava un’attività di Polizia Giudiziaria volta alla prevenzione e contrasto allo spaccio ed al consumo di sostanze stupefacenti presso la Stazione Ferroviaria di Belluno che si concludeva con l’arresto di un cittadino italiano, incensurato, dedito al traffico di sostanze stupefacenti, tra cui cocaina, marijuana, hashish, ecstasy, oltre alla somma in contati di 5.000 Euro”.

Sovrintendente della Polizia di Stato Elvis SECCO: “ Per l’attività di Polizia Giudiziaria finalizzata alla prevenzione e repressione dei furti in abitazione in cui ha dimostrato, ha seguito di uno specifico intervento, di operare con precisione e diligenza ”.

Assistente Capo della Polizia di Stato Gimmi DE VETTOR: “ Per l’attività di Polizia Giudiziaria finalizzata alla prevenzione e repressione dei furti in abitazione in cui ha dimostrato, ha seguito di uno specifico intervento, di operare con precisione e diligenza ”.

Assistente Capo della Polizia di Stato Ludovico DE LUME’: “ Durante l’assenza del superiore egregiamente reggeva il Posto Polizia Ferroviaria di Calalzo di Cadore (BL) garantendo puntualmente il significativo apporto e ottimizzazione all’attività d’ufficio ”.

Assistente Capo della Polizia di Stato Ivan MAFFETTONE: “ Con spiccata capacità professionale ed operativa e notevole intuito investigativo partecipava ad una attività di Polizia Giudiziaria volta alla prevenzione e contrasto allo spaccio e al consumo di sostanze stupefacenti presso la Stazione Ferroviaria di Belluno che si concludeva con l’arresto di un cittadino italiano, incensurato, dedito al traffico di sostanze stupefacenti, nonché con il sequestro complessivo , in altro luogo, di circa 1 Kilogrammo di diverse sostanze stupefacenti tra cui cocaina, marijuana, hashish, ecstasy, oltre alla somma in contati di 5.000 Euro ”.

All’interno della medesima cerimonia verranno consegnati dal questore attestati di ringraziamento agli operatori del servizio sicurezza e soccorso in montagna per la stagione 2016/2017 per l’impegno e la professionalità dimostrata e l’egregio servizio svolto a salvaguardia della salute e della vita umana, oltre ai consueti ma doverosi ringraziamenti ai poliziotti in servizio attraverso l’onoreficenze per anzianità di servizio e con targhe ricordo ai colleghi che nel corso del 2016 sono andati in pensione.

Invece tra le novità di quest’anno, proprio nel solco tracciato di stretta vicinanza alla popolazione, si inserisce la consegna di alcuni riconoscimenti a persone della società civile bellunese tra cui due richiedenti asilo che si sono fatti valere per operosità ed onestà, proprio a dimostrazione che se da un lato da parte di alcuni richiedenti asilo giunti in provincia vi sono stati dei comportamenti al di fuori delle regole di convivenza e a volte illeciti, prontamente repressi, dall’altro lato il sistema di accoglienza e di protezione nella maggioranza dei casi ha dimostrato la propria valenza.

Per finire non verrà dimenticato neanche il mondo studentesco, con il quale la Polizia di Stato in provincia è legata da numerosi progetti di collaborazione, che si sostanziano attraverso incontri nelle scuole ed iniziative alla legalità.
Proprio da una di queste iniziative scaturisce il premio che alcuni studenti delle scuole medie superiori di Belluno riceveranno per aver partecipato ad un concorso per le migliori frasi-hastag scritte su twitter con oggetto Polizia di Stato.
Attività’ della Polizia di Stato nella provincia di Belluno dal 1° maggio 2016 al 30 marzo 2017.
POLIZIA DI PREVENZIONE

Nello specifico, il numero di emergenza 113 continua ad essere un punto di riferimento per la popolazione con 17202 chiamate di soccorso, a cui sono seguiti 1548 interventi effettuati dalle volanti della Questura e dalle pattuglie del Commissariato di Cortina.
Da un lato si è scelto di privilegiare i servizi esterni e di controllo del territorio, mantenendo il maggior numero possibile di pattuglie nell’arco delle 24 ore, non senza tralasciare però, quelle che sono le nuove tecnologie di contrasto al crimine, attraverso la partecipazioni a tavoli tecnici finalizzati alla creazione ed allo sviluppo di una rete di telecamere al fine di avere un controllo capillare di tutte le arterie viarie della provincia.
Detto impegno di mezzi e uomini ha contribuito al raggiungimento di positivi risultati soprattutto sul piano della prevenzione, con una diminuzione dei reati negli ultimi 12 mesi del 20% circa e negli ultimi 3 mesi di una percentuale ancora maggiore, compresi i furti in abitazione.
Seguono lo stesso trend al ribasso anche le truffe, che nell’anno precedente avevano visto un rialzo e i reati di genere.
Questo è stato possibile anche grazie alla massiccia programmazione di servizio straordinari di controllo del territorio, quest’anno oltre i 200, che hanno visto la collaborazione de Reparto Prevenzione Crimine di Padova, ma anche grazie al coordinamento della Prefettura e all’ausilio delle altre Forze di Polizia con cui va condiviso il riconoscimento di questi risultati.
Nonostante il crescente arrivo in Provincia di cittadini richiedenti asilo si è mantenuta alta la guardia nei confronti del comportamento tenuto da questi soggetti e proprio nell’ambito del monitoraggio costante delle realtà di accoglienza, in data 3 novembre 2016 personale della squadra mobile con l’ operazione “PARCO GAMBIA” traeva in arresto due richiedenti asilo ospitati a Feltre ed accusati di spaccio di sostanze stupefacenti prevalentemente nei confronti di clienti minorenni.
L’arresto degli spacciatori non faceva rallentare i controlli messi in atto e nel successivo mese di dicembre, anche e soprattutto grazie alla collaborazione dei cittadini di Feltre, si è riuscito ad isolare un’ altro gruppo di pusher particolarmente attivi nello smercio di sostanze stupefacenti, che portava il febbraio successivo con l’operazione “PARCO GAMBIA 2” alla emissione di misure cautelari in carcere per altri 7 soggetti tutti di nazionalità nigeriana resisi responsabili di numerose cessioni di sostanza stupefacente avvenute nei parchi pubblici di Feltre.
Sempre sul fronte preventivo, efficace si è rilevato l’utilizzo ponderato e costante delle misure di prevenzione, ad oggi lo strumento più incisivo, di potestà dell’Autorità di Pubblica Sicurezza per fronteggiare i soggetti criminali.
In questo senso emerge l’attività della Polizia Amministrativa che ha arginato un tentativo di infiltrazione mafiosa attraverso l’apertura di una sala scommesse in provincia, esperendo accertamenti che hanno indotto il Questore a negare la licenza ex art. 88 TULPS. Parimenti emerge l’attività della Polizia Anticrimine che ha consentito, da parte del Questore, l’emissione di 61 fogli di via obbligatori, a carico di non residenti sospettati di commettere reati in provincia ed in particolare furti.

Ancora in maniera più incisiva si è cercato di affiancare all’attività di repressione, tutta una serie di iniziative tese a creare condivisione e partecipazione della società civile.
In questa direzione le pagine Facebook e Twitter che veleggiano ormai verso i 25.000 “mi piace” in totale e che costituiscono uno strumenti diretto di scambio informativo con la comunità.
Tale iniziativa rappresenta per la Polizia di Belluno un momento di straordinaria importanza, non solo per consolidare la percezione della qualità del servizio e per ascoltare e verificare gli standard di soddisfazione dell’utenza, ma anche e soprattutto per cementare e rafforzare quel senso di partecipazione e di collaborazione da considerare ormai aspetto ineludibile dell’odierno concetto di sicurezza, sempre più esteso alle svariate esigenze della collettività, tanto da poter parlare di “sicurezza social”

POLIZIA AMMINISTRATIVA E DELL’IMMIGRAZIONE

La Polizia Amministrativa e dell’Immigrazione ha effettuato la seguente attività:

Attivita’ Polizia Amministrativa

Passaporti rilasciati
5110
Rilasci licenze armi
880
Esercizi pubblici controllati
31

Attivita’ Polizia dell’immigrazione

Permessi e carte di soggiorno rilasciati
7057
Cittadinanze
194
Espulsioni (ordine del questore, su prec. espulsione, con intim.)
14
Accompagnamenti alla frontiera
9
Accompagnamenti presso centri permanenza temporanea
3
SPECIALITA’ DELLA POLIZIA DI STATO

POLIZIA STRADALE

La Polizia Stradale di Belluno (sezione Capoluogo e distaccamenti di Valle di Cadore e Feltre) ha garantito 2533 pattuglie di vigilanza stradale rilevando complessivamente 252 incidenti di cui 3 con conseguenze mortali.
Sono stati accertati complessivamente 5451 illeciti (penali ed amministrativi), per un ammontare di 420800 euro tra i quali:
89 per guida in stato di ebbrezza e n. 274 patenti ritirate.

POLIZIA FERROVIARIA

La Polizia Ferroviaria opera in via prioritaria per la tutela dell’esercizio ferroviario e per la sicurezza del relativo trasporto.
Sono stati effettuati n.938 servizi vigilanza agli scali ferroviari, n. 98 servizi di pattugliamento linee ferroviarie e n. 318 scorte a treni.

POLIZIA POSTALE

L’attivita’ della sezione polizia postale nel settore informatico è stata indirizzata principalmente ai reati inerenti l’e-commerce, l’hacking e la pedo-pornografia, con impiego di uomini e risorse nelle indagini di contrasto ai fenomeni legati alle truffe on-line, agli accessi abusivi a sistemi informatici, anche con analisi di materiale informatico sequestrato.
Sono stati effettuati n. 1834 controlli agli Uffici Postali, n. 59 indagini atte all’individuazione di truffe su siti web e n. 17 per clonazione e utilizzo indebito carte credito/bancomat.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.