Saturday, 16 December 2017 - 22:33

Confindustria Belluno Dolomiti: eletti i nuovi probiviri

Apr 6th, 2017 | By | Category: Lavoro Economia Turismo, Riflettore

 

Palazzo Doglioni Dalmas sede di Confindustria

Belluno, 6 aprile 2017 – Girolamo Collarin (Segherie Bellunesi), Maurizio Curti (Alpe del Nevegal), Roberto De Pra (OMAP), Fabrizio De Silvestro (Gatto Astucci), Vittorio Tabacchi (Sàfilo), e Tito Zollet (La Bellunese, confermato). Sono questi i sei probiviri di Confindustria Belluno Dolomiti, eletti ieri sera (mercoledì 5 aprile) dall’Assemblea degli associati, partecipata come non accadeva da anni, a conferma del rinnovato clima di fiducia e di collaborazione tra gli imprenditori. I nuovi probiviri subentrano a Rinaldo Munerol, Battista Ferro, Francesco Saverio Donazzolo, giunti alla naturale scadenza del loro mandato, e resteranno in carica per i prossimi cinque anni.

«I nuovi probiviri – ha detto il presidente di Confindfustria Belluno Dolomiti Luca Barbini – sono imprenditori di altissimo profilo che, nei rispettivi settori, hanno scritto una pagina di storia dell’economia bellunese. Il fatto che si impegnino in prima persona, ricoprendo un ruolo tanto delicato quanto importante, è qualificante e conferma il profondo senso di appartenenza e lo spirito partecipativo e che c’è nella nostra Associazione. In un momento storico difficile per la rappresentanza, ciò assume un valore ancora più rilevante e dimostra l’efficacia del lavoro che stiamo portando avanti, affinché Confindustria Belluno Dolomiti sia sempre più un punto di riferimento per il tessuto produttivo locale».

«Ciò avviene – ha aggiunto il presidente degli industriali bellunesi – soprattutto attraverso i progetti concreti che Confindustria Belluno Dolomiti sta promuovendo, spesso in sinergia la pubblica amministrazione e le altre categorie economiche, nella convinzione che la competitività del territorio, e quindi delle imprese che qui operano, non possa che passare attraverso azioni sinergiche e sistemiche». «Proprio questo – conclude Luca Barbini – è lo spirito che anima il progetto per la realizzazione del “digital innovation hub” di Feltre, tra i primi in Italia, al quale partecipano, oltre all’amministrazione provinciale, al Consorzio dei Comuni, all’Istituto Negrelli, al Comune di Feltre e all’Università di Trento, anche alcune delle principali e più innovative imprese associate, riunite in un tavolo tecnico: Sinteco, Technowrapp, Costan Gruppo Epta, Gruppo Ali, Nodopiano, Carlo Gavazzi Controls, Gatto Astucci, Luxottica, Scp, Umana, Eliwell. L’obiettivo è di aiutare il territorio, e le sue aziende, ad affrontare la quarta rivoluzione industriale, favorendo una crescita sostenibile e inclusiva».

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.