13.9 C
Belluno
martedì, Maggio 26, 2020
Home Cronaca/Politica Codivilla. La giunta Zaia delinea il futuro dell'ospedale di Cortina: 80 posti...

Codivilla. La giunta Zaia delinea il futuro dell’ospedale di Cortina: 80 posti letto in regime pubblico-privato

Codivilla Putti – Cortina d’Ampezzo

Venezia, 28 marzo 2017 – “Il Codivilla Putti sarà un ospedale vero, al servizio dei residenti e dei turisti, con 80 posti letto in regime pubblico-privato convenzionato, rivolto al futuro, efficiente e in rete con tutte le altre strutture sanitarie. Una risposta seria a una situazione ingarbugliata, che guarda alle necessità della montagna e della caratteristica di Cortina come perla del turismo montano veneto”.
Con queste parole, il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia definisce i contenuti della delibera, approvata nella seduta di oggi su proposta dell’Assessore alla Sanità Luca Coletto, con la quale la Regione delinea il futuro dell’ospedale ampezzano dopo che, il 29 aprile prossimo, si concluderà, senza possibilità di ulteriore prosecuzione sulla base delle normative nazionali e regionali, la sperimentazione gestionale che aveva caratterizzato gli anni passati.
“E’ stato fatto un ottimo lavoro – dice il Governatore – che concilia tutte le norme vigenti con il diritto di Cortina e dei cortinesi a vedere un futuro di qualità per il loro ospedale. Chi ha sventolato a lungo lo spettro della chiusura è ancora una volta servito”.
Il procedimento di scelta dell’operatore privato accreditato che gestirà il Codivilla è stato assegnato alla Centrale Regionale Acquisti Veneto – CRAV. Nelle more, qualora fosse necessario dopo la cessazione della sperimentazione gestionale il 29 aprile, sarà direttamente l’Ulss 1 Dolomitica a garantire il funzionamento del Punto di Primo Intervento e degli ambulatori, utilizzando anche personale non pubblico legato alla precedente gestione.
La scheda che accompagna la delibera assegna al Codivilla 80 posti letto, dei quali 40 di ortopedia e traumatologia, 20 di medicina generale e 20 di recupero e riabilitazione funzionale, oltre a un efficiente Punto di Primo Intervento. Sull’intero atto è stato acquisito il parere della Commissione Sanità del Consiglio regionale, favorevole all’unanimità con alcune prescrizioni.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Giustizia di prossimità, un ufficio Uepe a Belluno. Addamiano: ”Costituiti i primi nuclei di Polizia penitenziaria da destinare direttamente agli Uffici di esecuzione penale...

“E’ ufficiale, sono stati costituiti i primi nuclei di Polizia penitenziaria da destinare direttamente agli Uffici di esecuzione penale esterna (Uepe). Vi sono inoltre...

Mondiali sci Cortina. De Menech: “Comprensibile il rinvio al 2022”

Belluno, 25 maggio 2020  «Era tutto pronto, dal punto di vista organizzativo e sportivo, ma la decisione del Coni e della Fisi di spostare di...

Appena uscito dal carcere ruba un’auto e due bici. Arrestato dalla Volante e incarcerato in un’ora

E' durata poco la libertà a B.A.S. tunisino 50enne con precedenti penali, che appena scarcerato dalla Casa circondariale di Baldenich ha ripreso immediatamente il...

Perarolo di Cadore. Conclusa l’istruttoria del Pat, domani l’approvazione in Provincia

Sarà portato in consiglio provinciale domani (martedì 26 maggio) il Pat del Comune di Perarolo. Un Piano di Assetto del Territorio che punta soprattutto...
Share