13.9 C
Belluno
martedì, Luglio 14, 2020
Home Prima Pagina Domenica si corre La Piave Marathon 2017 da Fortogna a Busche

Domenica si corre La Piave Marathon 2017 da Fortogna a Busche

Tutto pronto per la speciale edizione de La Piave Marathon 2017. Domenica 26 marzo gli atleti percorreranno i famosi 42,195 km. da Fortogna a Busche.

La prima e unica Piave Marathon 2017 sarà classificata dalla Federazione Italiana di Atletica Leggera (Fidal) come “Corsa internazionale su strada di 42.195 Km” per consentire il riconoscimento dei tempi di percorrenza a livello internazionale. La corsa che idealmente unirà il territorio bellunese attraversando 8 comuni, da Longarone sede di partenza, Ponte nelle Alpi, Belluno, Limana, Trichiana, Mel, Lentiai e Cesiomaggiore sede di arrivo, valorizzerà uno scenario naturalistico di grande impatto per tutti i concorrenti che si cimenteranno nella manifestazione. Il passaggio degli atleti lungo il percorso è sempre stato accompagnato da un folto pubblico animato dall’amore per lo sport, intenzionato a sostenere tutti coloro che, a vario titolo, hanno deciso di sfidare i 42.195 Km che li separano dall’arrivo. Campioni affermati a livello nazionale e internazionale, i nostri atleti più qualificati, e con l’integrazione degli eventi collaterali che da sempre distinguono la Belluno Felte Run, faranno di questo evento un serpentone di partecipanti colorati e festosi per una gara che rimarrà nei cuori dei partecipanti.

Dopo i successi riscossi nelle nove edizioni della Belluno Feltre 30 Km, il G.S. La Piave 2000 vuole festeggiare il 10° anno della Belluno Feltre Run, con l’organizzazione di un’unica e irripetibile maratona nel territorio bellunese. Maratona che oltre a festeggiare i 10 anni della 30 km intende valorizzare il nostro territorio seguendo il fiume sacro della grande guerra “Il Piave”, ricordare la più grande tragedia del nostro territorio, il Vajont, partendo con la gara dal cimitero di Fortogna luogo sacro delle vittime della catastrofe del 1963 e non per ultimo, valorizzare una delle nostre aziende storiche bellunesi Lattebusche, che crede fermamente in questo importante progetto sportivo-culturale, con l’arrivo nei pressi dello stabilimento in località Busche di Cesiomaggiore. Gli obiettivi da consolidare ed i progetti da realizzare sono ben chiari agli organizzatori. Il G.S. La Piave 2000 infatti è già in piena attività per coordinare un team di gruppi e associazioni ben determinati nel dar continuità al progetto che da 9 anni porta nella nostra Provincia 3000 atleti seguiti dai principali mezzi di informazione e supportati dagli sponsor che hanno voluto premiare l’efficienza organizzativa.

Share
- Advertisment -



Popolari

Valorizzazione delle falesie del Nevegal. Marco Bogo: «Collaborazione con associazioni e Cai per il recupero sportivo e ambientale»

Valorizzare le falesie già conosciute e recuperare ambientalmente e sportivamente quelle meno note, con la collaborazione delle associazioni e dei comuni del comprensorio del...

Perché nessuno ne parla? Interpellanza di Fabio Bristot ‘Rufus’ sulla nuova caserma dei Vigili del Fuoco

NEL 2009 (duemila-e-nove!!) VENGONO ASSEGNATI I LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA CASERMA DEI VIGILI DEL FUOCO. NEL 2020… CON GIA’ QUALCHE SOTTOSERVIZIO NON...

Il Rifugio Averau certificato tra “I cieli più belli d’Italia”per l’Astroturismo. Il 20-21 luglio celebra “Lo Sbarco sulla Luna”

Nel cuore delle Dolomiti c’è un suggestivo rifugio di montagna in cui poter tornare ad ammirare il cielo stellato e la Via Lattea: il...

Recuperati due escursionisti sulla Ferrata degli alleghesi

Val di Zoldo (BL), 13 - 07 - 20    Attorno alle 18 è scattato l'allarme per una coppia di escursionisti che, ormai quasi...
Share