Wednesday, 13 November 2019 - 14:35
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Guardia di Finanza di Belluno: oltre 2mila interventi di polizia economica e finanziaria nel 2016

Mar 23rd, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

 

La tutela delle libertà economiche dei cittadini, delle imprese e dei professionisti onesti è condizione indispensabile per il raggiungimento dell’equità sociale posta a fondamento del benessere della collettività. È proprio la lotta ai fenomeni evasivi più gravi e alle frodi fiscali, alle illegalità nella Pubblica Amministrazione, agli sprechi di risorse e alla criminalità economico-finanziaria in genere ad aver costituito l’obiettivo dell’attività operativa della Guardia di Finanza per il 2016.

L’azione che si è sviluppata attraverso:

la realizzazione di 45 Piani Operativi, diretti all’aggressione delle più dannose e pericolose manifestazioni di illegalità economico-finanziaria nella provincia di Belluno;

l’esecuzione, in attuazione dei Piani Operativi, di 2460 interventi, distribuiti nelle 2 missioni fondamentali di polizia economica (24%) e polizia finanziaria (76%);

lo sviluppo di 160 deleghe d’indagine pervenute dalla magistratura ordinaria e contabile;

il contrasto traffici illeciti ed il concorso al dispositivo di ordine e sicurezza pubblica.
LOTTA ALLE FRODI FISCALI, ALL’ECONOMIA SOMMERSA E AL GIOCO ILLEGALE

Contro l’evasione e le frodi fiscali, anche di tipo organizzato, sono state concluse in provincia di Belluno 81 indagini di polizia giudiziaria, cui si aggiungono 180 interventi fra verifiche e controlli fiscali a tutela del complesso degli interessi erariali comunitari, nazionali e locali. In questo ambito rientrano anche 14 controlli per la ricostruzione della posizione reddituale e patrimoniale a richiesta di altre Autorità. Questi servizi si sono basati su una selezione preventiva e mirata degli obiettivi, supportata dal ricorso alle oltre 40 banche dati e applicativi disponibili, dall’intelligence e dal controllo economico del territorio.

Sono stati denunciati 11 soggetti, responsabili di 10 reati fiscali, riguardanti l’emissione di fatture per operazioni inesistenti, la dichiarazione fraudolenta e l’occultamento di documentazione contabile.

Sono stati individuati 43 soggetti che, pur avendo svolto attività produttive di reddito, sono risultati completamente sconosciuti al Fisco. Sono stati individuati, altresì, 15 datori di lavoro che hanno impiegato 16 lavoratori in “nero” e 27 lavoratori irregolari. Sono stati verbalizzati 8 soggetti per non aver dichiarato gli affitti percepiti per immobili, dati in locazione per periodi di vacanze in località turistiche.

Sono stati condotti 1.969 interventi nell’ambito del controllo economico del territorio. Tra questi, si segnalano, in particolare, quelli svolti in materia di controlli sulla regolare emissione dello scontrino fiscale (1.568), di trasporto merci su strada (355, di cui 84 nel settore della circolazione dei prodotti sottoposti ad accise), nonché in materia di indici di capacità contributiva (53), cioè controlli su strada ai possessori di autovetture di lusso, per poi verificare che questi dichiarino redditi congrui al tenore di vita.

Sono state scoperte 2 violazioni nel campo delle imposte sulla produzione e sui consumi con la constatazione di consumo in frode di prodotto agevolato ad uso agricolo, nonché 10 irregolarità durante i controlli ai distributori stradali di carburante.

Sono 8 gli interventi effettuati presso sale giochi e centri di scommesse, constatando irregolarità nel 37,5% dei casi.

 

CONTRASTO ALLE TRUFFE SUI FONDI PUBBLICI E ALL’ILLEGALITÀ NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

E’ stato scoperto un caso di illegittima percezione di contributi del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale, per oltre 100.000 euro, con la denuncia all’Autorità Giudiziaria di 1 soggetto.

A seguito di 10 indagini eseguite nel 2016, per reati contro la Pubblica Amministrazione, sono stati denunciati 27 soggetti, di cui 5 per corruzione, 1 per peculato, 6 per abuso d’ufficio, 7 per frodi in pubbliche forniture e 8 per turbativa d’asta.

Sono stati effettuati 22 controlli volti a verificare la sussistenza dei requisiti di legge previsti per l’erogazione di prestazioni sociali agevolate, con percentuali di irregolarità pari al 14% dei casi, e 19 controlli per l’esenzione del ticket sanitario, con percentuali di irregolarità pari al 63% dei casi e un danno complessivo cagionato alle finanze pubbliche di oltre 15.000 euro.
CONTRASTO ALLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA ED ALLA CRIMINALITÀ ECONOMICO – FINANZIARIA

Sono stati svolti 6 accertamenti economico-patrimoniali a carico di soggetti coinvolti nello spaccio di sostanze stupefacenti o indiziati di collegamenti con la criminalità organizzata. In materia di riciclaggio, sono state svolte 6 indagini di polizia giudiziaria, che hanno portato alla denuncia di 2 soggetti. Sono state approfondite dal Nucleo di Polizia Tributaria di Belluno e dai reparti territoriali, su delega del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria, 54 segnalazioni di operazioni sospette.
CONTRASTO AI TRAFFICI ILLECITI

Sono stati eseguiti 15 interventi e denunciate all’Autorità Giudiziaria 3 persone per reati in tema di contraffazione. Nel corso delle attività di servizio sono stati sequestrati 14.223 di prodotti illegali, perché contraffatti, pericolosi o recanti falsa o fallace indicazione di origine o provenienza.
LE OPERAZIONI DI SOCCORSO

Nel corso del 2016, nell’ambito del soccorso alpino, le Stazioni SAGF di Auronzo di Cadore e Cortina d’Ampezzo, in occasione di 121 interventi, hanno soccorso 112 persone e recuperato 5 salme. Le due Stazioni S.A.G.F. hanno altresì fornito un contributo in termini di soccorso in occasione degli eventi sismici che hanno interessato il territorio del centro Italia, mediante l’immediato intervento di militari e unità cinofile.

Share

Comments are closed.