Thursday, 21 November 2019 - 08:02
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Bullismo, immigrazione, emergenza ambientale e violenza sulle donne nei temi di Cortinametraggio 2017

Mar 22nd, 2017 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina

 

Bullismo, immigrazione e il dramma della violenza sulle donne: temi di grande rilevanza sociale sui quali Cortinametraggio 2017 accende i riflettori. A queste rilevanti tematiche d’attualità si ispirano alcuni dei corti presentati nel corso della manifestazione.

Maria Grazia Cucinotta, madrina della manifestazione, ha affrontato il delicato tema del bullismo nel corto da lei prodotto e diretto “Il compleanno di Alice”: “L’idea di questo cortometraggio -ha spiegato l’autrice- è nata perché avendo una figlia adolescente, sento continuamente bambini che raccontano di questi atti di violenza. E nei loro racconti sento anche la loro disperazione e purtroppo quasi nessuno presta loro attenzione. Da questo mi è venuta la motivazione di realizzare questo mini film”.

Anche i vincitori di “You Cortinametraggio”, il Contest per Video Amatoriali indetto da Europa Canale TV e Bayer Coltura e Cultura in collaborazione con il Festival, hanno scelto di raccontare due emergenze estremamente e tristemente attuali: quella dell’immigrazione ne Il Muro diretto da Riccardo Denaro e quella dell’emergenza ambientale e dello spreco in Waste in London di Francesco Biondi.

Al tema della violenza sulle donne sarà dedicata la serata speciale di giovedì 22 marzo, in collaborazione con RAI CINEMA. Verranno proiettati i corti “L’amore che vorrei” (2016) di Gabriele Pignotta con CLAUDIA POTENZA arrivata ieri a Cortina e “L’ultimo Pianto” di Gianni Ippoliti ed il medio metraggio “L’Amore Rubato” del regista livornese Irish Braschi interpretato da ELENA SOFIA RICCI, GABRIELLA PESSION, CHIARA MASTALLI ospiti a Cortina e STEFANIA ROCCA. Liberamente ispirato all’omonimo romanzo di Dacia Maraini (Mondadori, 2013), L’Amore Rubato incastra le drammatiche vicende di cinque donne, diverse tra loro per età, temperamento ed estrazione sociale, ma accomunate dalla scioccante esperienza di un amore violento, morboso, traumatico.

Presentato nella seconda serata del Festival anche il trailer del corto animato TRIESTE SOGNA di Carmelo Settembrino. Un omaggio alla città di Trieste, che è chiamata a contribuire alla realizzazione dell’opera finale attraverso una campagna d crowdfunding che verrà lanciata ad aprile. Il corto nasce dalle tavole dell’illustratrice triestina Paola Ramella, autrice della sigla ufficiale della manifestazione e dei fumetti contenuti nel catalogo, con la collaborazione dello sceneggiatore Guendal. Il trailer è stato presentato ieri sera come evento speciale in contemporanea a Trieste al cinema Nazionale dove da lunedì 20 a sabato 26 sono proiettate gratuitamente tutte le opere in concorso.

Share

Comments are closed.