Wednesday, 13 November 2019 - 14:35
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

15 marzo, Giornata nazionale per i disturbi del comportamento alimentare

Mar 14th, 2017 | By | Category: Prima Pagina, Sanità, Società, Associazioni, Istituzioni

In occasione della giornata nazionale dedicata ai Disturbi del Comportamento Alimentare (15 marzo) l’Ulss 1 Dolomiti vuole richiamare una sensibilità verso un disagio, come quello anoressico e bulimico, che mette a dura prova molte ragazze con le loro famiglie.
Per quel che riguarda il distretto di Belluno, il Centro DCA opera all’interno dell’ospedale San Martino di Belluno.
È impegnato da molti anni nella cura e nel trattamento dei disturbi del comportamento alimentare: anoressia nervosa, bulimia nervosa e disturbi del comportamento alimentare non altrimenti specificati.
Molti passi avanti sono stati fatti per la cura e per il trattamento, ma molti restano ancora da fare per le caratteristiche specifiche di questo disagio che mette in pericolo la vita stessa e lo sviluppo psicologico della persona.
Il Centro DCA di Belluno seguendo le indicazioni dei protocolli nazionali e internazionali per la cura di queste patologie, si orienta sempre di più verso un intervento che coinvolga e integri le diverse professionalità: la nutrizionista, lo psicologo, il medico internista e lo psichiatra.
Il Centro opera verso un collegamento sempre più funzionale con la medicina di base, le unità operative ospedaliere interessate e il territorio.

Positiva la collaborazione con l’Associazione Margherita con il suo importante supporto di informazione e sostegno alle famiglie e alle ragazze. Grazie all’Associazione Margherita , nel Centro è stato avviato il “pasto assistito”: alcune persone assistite in difficoltà, con l’aiuto delle psicologhe, sono aiutate ad alimentarsi con pasti preparati dalla cucina dell’Ospedale, su indicazione della dietista. Questo progetto, avviato l’estate scorsa, sta riscuotendo un grande consenso sia da parte delle ragazze che lo frequentano che dai genitori che trovano la proposta di grande aiuto e sostegno nelle situazioni più difficili. Per questo c’è l’intenzione di potenziare tale attività.

Alcune persone che frequentano il pasto assistito hanno organizzato, tramite l’associazione Margherita, con il patrocinio del Comune di Belluno, per la loro giornata del 15 marzo, un’iniziativa: verranno installati dei fiocchetti viola sulle colonne del Teatro Comunale. Metteranno inoltre a disposizione opuscoli informativi di approfondimento e le eventuali indicazioni per l’aiuto in caso di bisogno.
Per un’idea più concreta della attività, nel Centro DCA l’anno scorso sono giunte circa 50 prime visite, in prevalenza giovani donne. Il numero di prime visite rispetta la media nazionale che è leggermente in aumento.
Delle prime visite più della metà è un disturbo del comportamento alimentare non altrimenti specificato, 1/4 circa del totale anoressia nervosa, un minor numero di casi di bulimia nervosa e alcune nuove visite che non rientrano nei criteri di intervento.

Nel Centro DCA sono stati svolti moltissimi interventi degli psicologi con le persone assistite e le loro famiglie; del dietista nutrizionista; e dello psichiatra.

Share

Comments are closed.