Thursday, 21 November 2019 - 21:02
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Operativo il sistema di classificazione del rischio sismico. De Col: “Aziende e proprietari di abitazioni ora possono intervenire efficacemente”

Mar 3rd, 2017 | By | Category: Lavoro, Economia, Turismo, Prima Pagina

Moreno De Col

Sono state presentate dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, e dal Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, Massimo Sessa, le Linee guida per la classificazione del rischio sismico delle costruzioni.
Lo strumento che stabilisce le modalità per l’attestazione, da parte di professionisti abilitati dell’efficacia degli interventi, è stato adottato ai sensi della Legge di Bilancio 2017 e permetterà di attivare gli incentivi fiscali fino all’85%, della spesa sostenuta, previsti dal Sismabonus.
Le Linee Guida approvate lo scorso 20 febbraio, che nascono dalla necessità di affrontare la riduzione del rischio sismico nel Paese promuovendo una cultura della conoscenza e della prevenzione affrontano dal punto di vista dei contenuti tecnici il tema della classificazione del Rischio Sismico delle costruzioni esistenti coniugando, da un lato il rispetto del valore della salvaguardia della vita umana, dall’altro la considerazione delle possibili perdite economiche e delle perdite sociali.
“Abbiamo accolto con grande soddisfazione la firma del decreto sulla classificazione sismica – interviene Moreno De Col, Presidente dell’APPIA – che attraverso l’introduzione di otto classi e due metodologie consentono di attribuire ad un edificio una specifica Classe di Rischio Sismico, mediante un unico parametro che tiene conto sia della sicurezza sia degli aspetti economici. Per attivare i benefici fiscali occorrerà quindi fare riferimento alla classificazione prevista dalle nuove Linee guida. Cittadini e aziende hanno ora a disposizione uno strumento per ottenere la diminuzione del rischio sismico rispettivamente degli edifici ad uso abitativo e degli edifici adibiti ad attività produttiva. Dal 1’ marzo questa modalità è operativa. C’è una procedura che i professionisti sono in grado di utilizzare immediatamente e le aziende sono pronte ad intervenire a seconda del grado di intervento da svolgere. Quindi ci aspettiamo davvero che parta questo accesso alle detrazioni in maniera forte conclude De Col”

Share

Comments are closed.