Friday, 22 November 2019 - 18:01
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Elder Rambaldi è il candidato sindaco alle amministrative di Belluno per il Partito comunista dei lavoratori

Mar 3rd, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

La sezione di Belluno del Partito Comunista dei Lavoratori –  attraverso la nota stampa che segue – fa sapere  che nella sua ultima riunione, ha deciso di scendere in campo per le prossime elezioni comunali di Belluno.

Lo fa presentandosi come vera ed unica forza antisistema, come vera ed unica forza che difende gli interessi immediati e storici delle lavoratrici e dei lavoratori, nativi o immigrati, dei giovani, dei precari e dei disoccupati. In contrapposizione a tutti gli altri partiti che si contendono la difesa degli interessi della borghesia e dei poteri forti di Belluno. Quindi lo farà in opposizione a tutte le altre liste e senza alleanze.

Il Partito Comunista dei Lavoratori è l’unico partito della sinistra italiana a non aver mai tradito i lavoratori. A non aver mai votato, in cambio di ministri, missioni di guerra, sacrifici sociali, regalie alle banche; a non aver mai votato, in cambio di assessorati, tagli alla sanità, privatizzazioni dei trasporti, rincaro delle tariffe.
Nella battaglia elettorale, e qualora eletti nel consiglio comunale, il Partito Comunista dei Lavoratori vuole dare voce e visibilità alle ragioni dei lavoratori, fin’ora assenti. Vuole dare una proposta d’azione chiaramente di alternativa e di rottura rispetto alle precedenti amministrazioni, presentando un programma di rivendicazioni radicali, tanto radicali quanto è la crisi che le masse popolari subiscono.
Una proposta di svolta a Belluno, che abbia il coraggio di rompere apertamente con le regole del gioco del capitalismo e di battersi per una città governata dai lavoratori.

Nello scenario politico bellunese, dall’altra parte della barricata si trovano, oltre ai partiti reazionari (Lega, Forza Italia, M5S…), il PD ed il sindaco Massaro. Quest’ultimo, pur presentandosi con una faccia socialdemocratica, in questi anni ha condotto una gestione per gli interessi della borghesia e dei poteri forti di Belluno. Questo viene dimostrato in ogni caso rilevante, a cui con immancabile precisione segue il plauso delle organizzazioni padronali locali.
La sinistra tradizionale bellunese invece è assente o imboscata. Riflettendo l’incapacità congenita di dar risposte concrete ad ogni livello in questa fase. Addirittura alle scorse elezioni si era presentata, sotto una lista civica, in alleanza con il PD.
Si dimostra la necessità della presenza di una sinistra vera, che non tradisca. Di una sinistra che sappia da che parte stare e da che parte non stare. Una sinistra di classe e rivoluzionaria. Rivendicando al contempo la miglior tradizione del marxismo rivoluzionario: il trotskismo.

Sono già definite alcune iniziative dal partito per la sua attività di propaganda in questa arena di lotta politica, si comincerà con dei banchetti in piazza.
La lista che il PCL va componendo è composta da lavoratori, operai, e studenti in prima fila nell’impegno quotidiano di dare un’alternativa a questa società. Una lista di lotta quindi.
Il candidato sindaco del PCL è Elder Rambaldi, 28 anni, vigile del fuoco, ex operaio Luxottica.
Il programma verrà diffuso a breve.

Partito Comunista dei Lavoratori – Belluno

Share

Comments are closed.