Monday, 18 November 2019 - 08:31
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Approvato il nuovo Regolamento sul benessere animale del comune capoluogo. Animali e associazioni ringraziano

Mar 3rd, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Meteo, natura, ambiente, animali, Prima Pagina

Le associazioni animaliste bellunesi esprimono il loro apprezzamento al sindaco di Belluno, Jacopo Massaro, alla vicesindaco, Lucia Olivotto, alla presidente della terza commissione, Francesca De Biasi e al consiglio comunale di Belluno per l’approvazione del nuovo Regolamento sul benessere animale.

Il testo approvato accoglie la quasi totalità delle proposte che le associazioni avevano presentato all’Amministrazione il 15 aprile dell’anno scorso, fissando regole molto precise per tutelare il benessere psico-fisico degli animali domestici e garantire il loro miglior rapporto con la comunità.

Con l’approvazione del nuovo regolamento la città di Belluno dimostra di voler salvaguardare nel modo migliore la vita e l’esistenza di esseri viventi che fanno parte di oltre la metà delle famiglie bellunesi. Molto puntuali e dettagliate sono le norme che disciplinano le modalità di detenzione per cani, gatti, volatili, serpenti, cavalli, roditori e anche per l’ittiofauna: tutte regole che consentiranno di definire e individuare i casi di maltrattamento e di non idonea detenzione.

La Commissione consultiva sui diritti degli animali che verrà istituita grazie a questo nuovo Regolamento permetterà, poi, sicuramente un dialogo nuovo tra l’amministrazione e chi si preoccupa di tutelare e proteggere gli animali e l’ambiente.

Nel nuovo Regolamento ci sono anche alcune norme che hanno, tra l’altro, un forte valore simbolico, come il divieto di insediamento sul territorio comunale di allevamenti di animali destinati all’industria della pellicceria o alla vivisezione e l’obbligo per i circhi che vorranno attendarsi in città di rispettare tutti i requisiti prescritti dalla commissione CITES.

APACA, LAV, OIPA e Siamo Tutti Animali sono anche soddisfatte che il Consiglio abbia accolto la loro proposta di punire con il massimo della sanzione (750 euro) chi non raccoglie le deiezioni dei cani, un’abitudine che le associazioni animaliste sono determinate a contrastare sia perché atto contrario alla decenza, sia perché è uno degli argomenti preferiti di chi mal sopporta la presenza degli animali nella comunità

Share

Comments are closed.