Tuesday, 21 February 2017 - 23:14

Viabilità. De Berti: “I contentini a Veneto strade servono solo ad allontanare la soluzione dei problemi”

Feb 16th, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

 

Elisa De Berti, assessore regionale

“La Larese Filon è arciconvinta che da Roma arriveranno i soldi per le Province, compresa quella di Belluno e che all’interno di questi fondi ci saranno anche le risorse per Veneto Strade? Allora faccia lei da garante, metta lei nero su bianco e si assuma la responsabilità di assicurare a Veneto Strade che, dopo lo stanziamento dei 5 milioni di euro nel Milleproroghe, arriveranno anche i 10 milioni di differenza per arrivare ai 15 necessari allo svolgimento del servizio”.

L’affermazione è dell’assessore regionale alle infrastrutture e trasporti, Elisa De Berti, che risponde così all’accusa mossa dal presidente della Provincia di Belluno, Daniela Larese Filon, secondo la quale la Regione sarebbe responsabile di una eventuale interruzione dell’attività di Veneto Strade.

“Non siamo certo noi a voler staccare la spina a Veneto Strade e a obbligare i suoi lavoratori alla cassa integrazione, tutti sanno che responsabile di questa situazione è il Governo centrale – prosegue De Berti –. È del tutto ingeneroso, dunque, puntare il fucile sulla Regione, che, ricordiamolo, non ha competenza diretta in questa vicenda ed è intervenuta proprio su richiesta della Provincia di Belluno. Se le condizioni sono tristemente queste, le motivazioni hanno origini lontane e sono attribuibili alle inadempienze e ai fallimenti di chi voleva chiudere le Province e invece le ha solo impoverite, a chi prometteva soldi agli Enti locali e invece ha tagliato loro risorse per funzioni essenziali come la viabilità e le scuole”.

“Sanno bene a palazzo Piloni che servono tutti i 15 milioni di euro perché Veneto Strade continui a operare – conclude De Berti – e non solo la Regione ha detto no alle misure tampone, in quanto accrescono l’incertezza e le condizioni di sofferenza della società e dei suoi lavoratori. Con l’ordine del giorno approvato pochi giorni fa, oltre alla Regione e ad altri soggetti istituzionali, anche la Provincia di Belluno chiedeva una risposta strutturale al problema dell’operatività di Veneto Strade nel bellunese, rifiutando contentini provvisori: qualcuno se lo è già dimenticato?”

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.