Friday, 22 September 2017 - 13:30

Silvano Sommariva confermato segretario territoriale dei lavoratori postali della Cisl Belluno Treviso

Feb 14th, 2017 | By | Category: Lavoro Economia Turismo, Prima Pagina

Silvano Sommariva

Silvano Sommariva, 60 anni, al timone del Sindacato dei lavoratori postali della Cisl Belluno Treviso da 10 anni, è stato confermato segretario territoriale lunedì sera al termine del secondo Congresso interprovinciale della categoria che ha anche eletto i 4 delegati che parteciperanno al Congresso della Ust Cisl Belluno Treviso il 30-31 marzo.

Dipendente di Poste Italiane dal 1984, Sommariva ha iniziato a collaborare con la segreteria del Slp nei primi anni 90, occupandosi del settore disciplinare e vertenziale. Per tre mandati è stato segretario aggiunto della categoria e da 10 anni ne è segretario territoriale, prima del Slp Cisl Treviso e, all’unificazione del 2013, della federazione interprovinciale. E’ stato riconfermato all’unanimità lunedì sera dal Consiglio direttivo eletto nel corso del Congresso. Confermati in segreteria anche Francesco Riva e Luisa Binotto.

Il Sindacato dei lavoratori delle poste della Cisl dà rappresentanza e tutela i dipendenti del Gruppo Poste Italiane e i lavoratori della comunicazione e della logistica postale, degli appalti e dei recapiti. Il Congresso si è svolto lunedì 13 febbraio a Breda di Piave, ed è stato il primo dei congressi territoriali di categoria della Cisl Belluno Treviso. Erano presenti anche Fabio Colombo della segreteria Slp nazionale, Franco Lorenzon segretario generale Cisl Belluno Treviso e Cinzia Bonan della segreteria Cisl territoriale. La categoria conta 860 tesserati su un totale di 1.850 lavoratori del comparto (1.350 nella Marca e circa 500 nel Bellunese) e rappresenta il sindacato maggioritario e più influente nelle scelte di politica aziendale di Poste Italiane.

“Ringrazio tutti – dichiara Sommariva – per aver creduto e offerto sostegno al quadro dirigente, per aver supportato tutte le azioni messe in campo con estrema convinzione e grande determinazione. Abbiamo affrontato con coraggio l’unificazione di due provincie diverse per la conformazione del territorio, per densità abitativa, numero di lavoratori e di sportelli e recapiti sindacali, ma vicinissime nei problemi da affrontare tutti i giorni: organici, carenze ed esodi incessanti, contestazioni disciplinari, rapporti con la dirigenza locali. Questioni che abbiamo affrontato in questi 4 anni per fornire quelle risposte e tutele che i colleghi ci hanno chiesto e ci chiedono ogni giorno”.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.