Tuesday, 26 September 2017 - 11:13

Malavita organizzata. Zanoni (PD): “Veneto terra di conquista. Speriamo domani sia la volta buona per la nomina dell’Osservatorio sui crimini di mafia”

Feb 13th, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Andrea Zanoni – consigliere regionale Pd

Venezia, 13 febbraio 2017 – “La criminalità organizzata sta mettendo radici sempre più profonde nel Veneto. Le indagini di questi giorni purtroppo confermano le nostre preoccupazioni: cinque aziende che operano nel Trevigiano sono state colpite da informazioni interdittive antimafia, la Direzione investigativa antimafia (Dia) di Padova ha scoperto una serie di imprese del settore edile, intestate a prestanome della ‘ndrangheta, con il compito di partecipare anche ad appalti pubblici, con tre arresti e più di 30 indagati. Non si tratta più di fenomeni episodici e per contrastarli anche la Regione deve fare uno scatto in avanti”. È quanto sostiene il consigliere del Partito Democratico Andrea Zanoni, dopo i blitz dell’ultima settimana contro la criminalità organizzata.

“Da tempo denunciamo la scarsa attenzione di Zaia e della sua maggioranza su questo tema. Abbiamo presentato interrogazioni, mozioni che sono rimaste lettera morta. Eppure i risultati della Commissione parlamentare sulle ecomafie o la relazione semestrale del deputato Alessandro Naccarato sulla criminalità organizzata nel Veneto testimoniano che ci vorrebbe ben altro impegno. Nell’ultimo bilancio di previsione è stato bocciato un nostro emendamento per stanziare 200mila euro, invece di 50mila, per l’attuazione di politiche a favore della prevenzione della criminalità organizzata. La Lega e suoi alleati hanno detto no, dedicando le stesse risorse riservate all’identità veneta, questione di priorità. La Legge regionale 48 è stata approvata oltre quattro anni fa, il 28 dicembre 2012, ma per buona parte è rimasta inattuata, a cominciare dall’Osservatorio sui crimini di mafia, uno strumento indubbiamente utile per contrastare le infiltrazioni malavitose in Veneto. In più occasioni abbiamo sollecitato la sua istituzione, visto che c’è già una rosa di nomi autorevoli che presentano i requisiti previsti dalla normativa, ma per troppo tempo ci siamo trovati davanti a un muro di gomma. Finalmente è stato calendarizzato in aula per domani: speriamo sia la volta buona”.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.