Wednesday, 20 September 2017 - 15:03

“Bon disnar”, lunedì l’ultimo appuntamento all’Enaip di Feltre

Feb 9th, 2017 | By | Category: Appuntamenti, Pausa Caffè

Conclusi con successo i primi tre appuntamenti, obiettivo puntato sulle varietà di mais e il loro utilizzo in gastronomia. Nel frattempo procedono anche le altre attività legate al progetto di valorizzazione del territorio feltrino

Ultimo appuntamento per “Bon disnar”, il progetto di integrazione tra i prodotti del territorio e l’eccellenza gastronomica, organizzati dal Consorzio Dolomiti Prealpi all’interno delle iniziative di promozione del territorio finanziate con i Fondi per i Comuni confinanti, in collaborazione con il museo etnografico della Provincia di Belluno, l’istituto agrario “Della Lucia” di Vellai e l’istituto alberghiero ENAIP di Feltre.

Andati in archivio i primi 3 incontri, con un positivo riscontro di partecipazione, l’obiettivo si sposta verso l’ultima tappa. Lunedì prossimo, 13 febbraio, dalle 16 alle 19 nella sede dell’Enaip di Feltre, i 35 partecipanti potranno conoscere più da vicino uno dei protagonisti assoluti tra i prodotti del nostro territorio: “il generoso granoturco”, le farine di mais sponcio e altre varietà locali di mais. Ingredienti per primi, secondi piatti e dolci, grazie alle spiegazioni tecniche curate da Daniela Perco, direttrice del museo etnografico di Serravella e da Stefano Sanson, insegnante alla scuola agraria “Della Lucia”, e ai piatti realizzati da Mauro Cavallet della trattoria “L’Oasi” di Limana e da Giuseppe Agostini del ristorante “Il Cappello” di Mel , accompagnati dagli abbinamenti con vini, birre e distillati curati da Mariapia Gesiot di Slowfood.

“Le prime 3 giornate sono andate in archivio con grande soddisfazione da parte nostra – commenta Lionello Gorza, presidente del Consorzio turistico Dolomiti Prealpi – e anche da parte dei partecipanti e degli organizzatori, come ci risulta dai primi feedback ricevuti. Di certo non bastano 4 incontri per conoscere da vicino tutti i prodotti del nostro territorio e le modalità di utilizzo, ma è stato positivo il fatto di essere riusciti a mettere insieme conoscenze tecniche, produttori, ristoratori e consumatori, in una formula agile che potrà essere replicata”.

In contemporanea, procedono anche gli altri progetti legati alla promozione turistica del territorio feltrino: “Certamente – spiega Gorza – quello del “Bon disnar” è solo una parte, seppur importante, della più ampia progettualità finanziata con i Fondi per i comuni confinanti. Stiamo procedendo su più fronti: partecipazione a fiere di settore, sentieristica, promozione, comunicazione e aggiornamento del nuovo portale, in un’ottica di integrazione tra le varie tematiche. Abbiamo creato dei gruppi di lavoro che si occupano di sviluppare i progetti all’interno di una delle azioni previste, ma che allo stesso tempo hanno il compito di dialogare con gli altri gruppi”.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.