Tuesday, 26 September 2017 - 11:16

Veneto Strade. Bellot (Fare!): “E’ l’esecutivo l’unico a poter risolvere la situazione”

Feb 8th, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Raffaela Bellot, senatrice

Sulla questione Veneto strade interviene anche la senatrice bellunese Raffaela Bellot (Fare!), attraverso una interrogazione presentata oggi al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, al ministro per gli Affari regionali e al ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, di cui riportiamo un estratto.

“… si tratta, ad avviso della scrivente, di una situazione che merita la massima attenzione, tanto per i lavoratori coinvolti quanto per la sicurezza della viabilità nei territori interessati;

con particolare riferimento alle Province montane, e guardando anche allo spiacevole rimpallo di responsabilità e competenze tra istituzioni che ha portato alla situazione descritta, sarebbe opportuno e quanto mai urgente un intervento volto a garantire l’indispensabile riconoscimento di risorse economiche, in linea con le funzioni e le competenze assegnate dalla Legge n. 56 del 7 aprile 2014 e porre rimedio alle penalizzanti disposizioni successivamente intervenute per il concorso delle Province alla finanza pubblica;

si chiede di sapere:se i Ministri in indirizzo siano a conoscenza dei fatti sopra esposti e come intendano intervenire, per quanto di rispettiva competenza, al fine di garantire la salvaguardia dei livelli occupazionali dei lavoratori di Veneto Strade Spa e l’adeguata gestione e manutenzione delle strade del Bellunese”

In riferimento alla vicenda Veneto Strade, commentando quanto apparso in questi giorni sulla stampa la Senatrice tosiana ha aggiunto: “Il problema è noto e pressante da tempo, ora siamo davvero arrivati alle battute finali. Purtroppo l’unico soggetto che può portare alla risoluzione di questo impasse, che avrà ricadute gravissime sia a livello di occupazione che di sicurezza delle nostre strade, è il Governo: servono 9 milioni di euro per le strade provinciali ex Anas e 6 milioni di euro per le strade provinciali cosiddette storiche.

Il passaggio di mano di competenze sulla manutenzione stradale, il continuo decurtamento dei fondi destinati alla provincia e una legge che tutela la specificità solo sulla carta, stanno dando i loro frutti. E non sono buoni frutti. Ma questo era chiaro e prevedibile.

Ero all’estero per motivi di rappresentanza e ho seguito a distanza giorno per giorno la vicenda; più di qualcuno ha ventilato l’ipotesi di azioni di protesta, anche a Roma: se così sarà, da bellunese sarò al loro fianco. Da rappresentante di movimento di opposizione sono da sempre a disposizione e continuo ad esserlo. Risale al 10 febbraio 2016 una mia precedente interrogazione sul tema.

Ed ora ho appena presentato una nuova interrogazione al Governo, di certo non starò in silenzio. Tuttavia resta la consapevolezza di non essere in maggioranza. Mi auguro che Regione e Provincia si schierino, colori a parte, in modo coeso e compatto per avanzare la medesima richiesta di intervento a Roma. Da parte mia assicuro già da ora la mia presenza all’assemblea straordinaria convocata dalla presidente Larese Filon, pronta come sempre a portare il mio contributo.”​

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.