13.9 C
Belluno
martedì, Giugno 2, 2020
Home Cronaca/Politica Un testo unico per i parchi veneti. L'assessore Corazzari illustra il disegno...

Un testo unico per i parchi veneti. L’assessore Corazzari illustra il disegno di legge in commissione per innovare la disciplina delle aree protette

Cristiano Corazzari, assessore regionale

Venezia, 19 gennaio 2017  – “Oggi è iniziato l’iter che ci porterà a modificare la legislazione regionale in materia di parchi e aree protette, per consentire a tutti gli addetti ai lavori di operare in maniera più snella ed efficace nelle loro attività di promozione e di salvaguardia dei preziosi beni ambientali del territorio veneto”.
Lo afferma con soddisfazione l’assessore al territorio e ai parchi della Regione del Veneto, Cristiano Corazzari, che ha presentato stamane a Palazzo Ferro Fini, alla Seconda Commissione del Consiglio regionale, il disegno di legge “Disciplina e valorizzazione della rete ecologica regionale e delle aree naturali protette”.

“E’ una proposta di riorganizzazione sotto il profilo giuridico, funzionale e operativo, degli Enti Parco naturali e delle aree protette – spiega Corazzari –, che incide concretamente sugli organi degli stessi Enti, sui nuovi aspetti concernenti la conservazione della natura e sulla valenza della pianificazione nei parchi, nonché sul ruolo degli stessi in materia autorizzativa. Nell’ottica della semplificazione e della razionalizzazione della gestione, oltre che del controllo della spesa pubblica, puntiamo così a unificare la normativa che attualmente disciplina i cinque parchi del Veneto in un Testo Unico”.

“Vogliamo rendere pienamente compatibile in queste aree di pregio la presenza e le attività umane con l’ambiente stesso – sottolinea l’assessore –, facendo in modo che gli Enti chiamati a gestire e a valorizzare i parchi, contemplino anche la salvaguardia della qualità della vita degli abitanti. In tal senso, per favorire la partecipazione attiva e responsabile delle popolazioni residenti nelle aree protette, prevediamo l’istituzione della ‘Consulta del Parco’, organismo che esprime, pur con funzioni consultive, la pluralità di interessi rappresentati dai vari soggetti che compongono l’economia e la società dei territori in cui i vari Enti Parco regionale operano”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Feltre aderisce all’invito della Prefettura per la manifestazione in forma ridotta del 2 giugno

Facendo proprio l'invito della Prefettura di Belluno riguardo alle misure prudenziali di contenimento dell'epidemia in corso, l'Amministrazione comunale di Feltre ha deciso che quest'anno...

In piazza dei Martiri si celebra la Festa della Repubblica. In stazione va in scena la brodaglia in salsa leghista

Stop sanatoria clandestini, aiuti per commercianti artigiani partite Iva, studenti paritarie invisibili, studenti universitari invisibili, pace fiscale e stop cartelle, flat tax e fiducia...

Giardino di rose del Museo etnografico di Cesiomaggiore. Sabato e domenica le audio-visite guidate

Per apprezzare l’immensa varietà di rose, la storia della loro complessa evoluzione e le tante storie che legano intrinsecamente i rosai alle sale del...

990mila euro per la messa in sicurezza a Villaga. Bortoluzzi (Provincia) e Zatta (Comune di Feltre): «Si pone fine a un problema annoso»

Partirà nei prossimi giorni la messa in sicurezza dell'abitato di Villaga, in Comune di Feltre. Una vasta operazione gestita dalla Provincia di Belluno che...
Share