Monday, 18 June 2018 - 09:58

Immigrazione, Cie Centri di identificazione e di espulsione. Silvia Benedetti: inutile aprirne altri, rallenterebbero solo le procedure

Gen 18th, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Silvia Benedetti

“Ho analizzato con attenzione i lavori tenuti dalla Commissione sui Diritti Umani. Ancora di più si rafforza la convinzione dell’inutilità dell’apertura dei CIE e quanto sia sbagliata la proposta che vuole portare avanti il ministro Minniti sostenendo questi Centri”. Così dichiara la deputata Benedetti “Aprire questi centri non farebbe altro che rallentare le espulsioni degli irregolari, bypassando ancora una volta il problema a monte”.

“La politica che bisogna attuare è quella di un’accoglienza regolamentata a seguito di accordi bilaterali con i Paesi di origine. In assenza di questi accordi però -prosegue la deputata- ”i CIE diventerebbero il parcheggio degli immigrati irregolari in attesa della loro espulsione, con il rischio che questi centri vengano gestiti dalle mafie, mentre la nostra politica è quella dell’accoglienza di chi ha diritto all’asilo e ad una integrazione seria degli immigrati regolari ed aventi diritto”.

“Chiediamo che non ci siano cooperative che partecipino ai bandi al solo fine di aumentare il numero degli accolti perché è un modo per “fare cassa”; chiediamo di accellerare i tempi di esame delle richieste di asilo e dei ricorsi; chiediamo di non dover pagare pesanti multe (pagate dai cittadini italiani) per la violazione di sentenze della Corte di Giustizia Europa e della Corte Costituzionale in materia di diritti umani”.

“Il Movimento ha buone e varie proposte da mettere in campo. Una delle tante è quella sull’abolizione del reato di immigrazione clandestina (votata largamente dagli iscritti del M5S), la quale mira a rendere più snelle le espulsioni, diminuendo i costi a carico dei cittadini e facilitando il lavoro di magistrati e forze dell’ordine. “Purtroppo” -aggiunge la portavoce cinque stelle- “al momento dobbiamo sottostare al Regolamento di Dublino (firmato dalla Lega e dal PD) il quale sancisce che l’Italia si debba far carico di tutti i migranti che giungono nel nostro Paese come primo approdo e questo regolamento va modificato urgentemente. Il Movimento 5 Stelle ha le idee molto chiare in tema immigrazione, soluzioni concrete che metterà.

Share

Comments are closed.