Thursday, 21 June 2018 - 08:15

Nuovo consiglio provinciale. Piccoli: “Subito battaglia trasversale per continuare a esistere come territorio”

Gen 9th, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Giovanni Piccoli, senatore Forza Italia

“Alla nuova squadra di governo va il mio personale in bocca al lupo. Di lavoro da fare ce n’è molto, ma soprattutto c’è da preparare una battaglia politica trasversale per rivendicare il diritto del Bellunese a continuare a esistere come territorio con una sua innegabile specificità”.

A dirlo è il senatore Giovanni Piccoli, a margine dello spoglio che ha decretato la nuova guida di Palazzo Piloni.

“Il nuovo Consiglio provinciale è nato all’insegna dell’inclusione: ogni lista è riuscita a eleggere almeno un proprio rappresentante. Ogni anima quindi potrà avere il suo spazio e portare le proprie istanze”.

“Come ho avuto già modo di dire, il nemico numero uno da contrastare – o comunque limitare – è lo spopolamento che sta affliggendo buona parte del territorio, anche quelle aree dove paradossalmente ci sono più occasioni di lavoro”.

“La ricetta non è semplice”, prosegue il senatore. “Quello demografico è un trend nato da lontano, le cui dinamiche possono essere invertite solo con interventi di medio-lungo periodo. Per questo il tema di una nuova programmazione provinciale è strategico come non mai e necessita di scelte forti e coraggiose, a cominciare dalla questione delle infrastrutture anche in vista dei mondiali di Cortina del 2021”, sottolinea Piccoli.

“La Riforma Delrio ha fiaccato l’ente, ma i nuovi amministratori non dovranno darsi per vinti e chiedere a Roma e Venezia – ciascuna nelle rispettive competenze – l’autonomia necessaria. Più la battaglia dei nuovi amministratori sarà comune, minore sarà la possibilità di cadere vittime di strumentalizzazioni politiche e partitiche. Spero che il territorio sappia riappropriarsi di dignità e autorevolezza, quello che serve per pretendere più competenze e risorse: i primi a crederci dobbiamo essere noi”, conclude Piccoli.

Share

Comments are closed.