Monday, 17 December 2018 - 17:22

Amministrative 2017 Belluno. Pd falsa partenza. Vignato fa due passi indietro e uno avanti. Tutto da rifare

Gen 7th, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

Giuseppe Vignato

Il nome di Giuseppe Vignato girava da un paio di mesi quale possibile candidato a sindaco del Partito Democratico per il Comune capoluogo. Oggi, finalmente, l’amministratore unico di Bim Gsp, che sta risanando il bilancio dai debiti pregressi (sotto la presidenza di Franco Roccon la società che gestisce l’acqua potabile aveva raggiunto un’ottantina di milioni di disavanzo), con un’intervista al Corriere delle Alpi chiarisce la sua posizione.
Un chiarimento, va detto, che mette ko il segretario del Circolo Pd di Cavarzano Mario Svaluto Moreolo, che a più riprese lo aveva presentato alla stampa come il candidato sindaco del Pd con tanto di programma.
Ebbene, Vignato afferma che non sarà lui il candidato sindaco per il Pd e rilancia il nome del Primo cittadino di Belluno Jacopo Massaro (leader di una formazione civica che sconfisse il Pd alle precedenti elezioni) con il quale – sostiene Vignato – il Pd dovrebbe trovare un accordo, senza però farlo passare per le primarie, in quanto sindaco uscente.

Una soluzione che non è mai piaciuta allo stato maggiore del Partito democratico bellunese, tant’è che ad oggi non se n’è fatto nulla.
All’incalzare della giornalista però, che giustamente mette in dubbio il possibile accordo Massaro – Pd, Vignato dopo i due passi indietro di rinunciatario fa un passo avanti, laddove dice che valuterà la sua possibile candidatura, qualora fallisca l’accordo con Massaro. E le primarie? Ad un sindaco uscente non è il caso di chiederle, e ad un amministratore di una società partecipata?
Non lo sappiamo. Per ora Vignato ha azzerato tutto. La prossima mossa tocca al Pd, con tanti auguri di buon anno.

(rdn)

Share

Comments are closed.