Saturday, 23 June 2018 - 09:55

Terna incontra la popolazione ad Auronzo. Irremovibile il leader della minoranza in Comune Tatiana Pais Becher: “L’unica soluzione possibile è il completo interramento della linea”

Gen 5th, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Meteo, natura, ambiente, animali, Prima Pagina

Si è conclusa giovedì mattina la seconda tappa degli incontri promossi da Terna ad  Auronzo di Cadore per illustrare il lavoro di ammodernamento della rete elettrica dell’alto bellunese.

Il percorso di dialogo e condivisione è stato avviato da Terna dopo aver verificato, tramite un’indagine condotta dall’Istituto Piepoli, le modalità di coinvolgimento preferite dalla popolazione per rendere più efficace possibile il confronto tra il territorio e il gestore della rete elettrica. I risultati dell’indagine di Piepoli – secondo quanto riferito da Terna, che però non precisa quando sia stata effettuata tale indagine – evidenzierebbe che 8 cittadini su 10 si dicono favorevoli a una nuova linea di trasmissione elettrica che alimenti Auronzo di Cadore e Cortina d’Ampezzo per ridurre il rischio blackout. Oltre ad avvallare un processo di progettazione partecipata.

 

Tatiana Pais Becher

Al progetto del nuovo elettrodotto da 132 Kv  presentato da Terna sul tracciato Cortina-Auronzo, risponde Tatiana Pais Becher consiglkiere comunale di opposizione del Comune di Auronzo: “Stamattina in municipio ho espresso con fermezza la mia posizione che è di assoluta contrarietà alla realizzazione aerea della linea. Concordo con l’opinione espressa oggi sulla stampa dal direttore del Parco Naturale delle Dolomiti D’Ampezzo Michele Da Pozzo – prosegue Tatiana Pais Becher –  che ho ribadito anche ai tecnici di Terna: l’unica condizione possibile per la realizzazione dell’opera è il suo completo interramento, posizione che porterò anche in Consiglio Comunale. Non possiamo certo permettere che il patrimonio ambientale di rara bellezza lasciatoci in eredità dai nostri avi, oltre ad essere Patrimonio Dolomiti Unesco, venga per sempre rovinato da tralicci che potrebbero avere un’altezza di 30 metri. Tra un mese Terna proporrà un altro incontro dove verrà presentato il tracciato individuato dai progettisti. E’ assolutamente necessario – conclude il leader dell’opposizione – il che il Consiglio Comunale discuta la questione in tempi brevissimi e assuma una posizione in merito.”

Share

Comments are closed.