Thursday, 20 September 2018 - 02:41

Rivolta nel centro accoglienza di Cona (Venezia). Piccoli interroga il Viminale: “Si pensi allo sgombero”

Gen 3rd, 2017 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

Giovanni Piccoli, senatore Forza Italia

“I fatti di Cona devono essere prima condannati con fermezza, poi risolti con uno sgombero del campo o quanto meno con un suo forte ridimensionamento o “alleggerimento” come auspicato dal neo prefetto Boffi. Che la situazione fosse sfuggita di mano lo si sapeva da tempo, nelle scorse ore è stato superato ogni limite. Non ci sono più soltanto problemi di integrazione o sostenibilità ma soprattutto di sicurezza e questo non è concepibile”.

Lo afferma il senatore bellunese Giovanni Piccoli, che nelle prossime ore sottoporrà al Viminale una interrogazione urgente: “Il nuovo ministro Minniti deve prendere in mano la questione di Cona e di quei troppi ghetti nati sul territorio e che rischiano di diventare dei focolai di rabbia e protesta”.

Nel centro di prima accoglienza di Cona, ex base missilistica in provincia di Venezia che ospita un migliaio di migranti, infatti, alcuni di essi hanno sequestrato per qualche ora 25 operatori all’interno della struttura. La rivolta sarebbe scoppiata in conseguenza alla morte di una ragazza della Costa d’Avorio e al ritardo nei soccorsi.
“I fatti di Cona  – conclude Piccoli – sottolineano come la situazione stia degenerando e come la politica di questi Governi sia fallimentare. Al ministro chiederò immediatamente che piani ha per Cona e di considerare l’ipotesi di sgombero. Stavolta l’Esecutivo e i suoi membri non possono girarsi dall’altra parte”.

Share

Comments are closed.