Sunday, 25 August 2019 - 00:35
direttore responsabile Roberto De Nart

Zottis, Salemi e Fracasso (PD): “Alla Presidenza del Consiglio un sottosegretario veneto con delega per le autonomie: Zaia non ha più scuse, avvii un dialogo con il Governo e rinunci a un inutile e costoso referendum”

Dic 30th, 2016 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

consigliere regionali del PD Alessandra Moretti, Orietta Salemi, Francesca Zottis, e Cristina Guarda della Lista Moretti

Venezia, 30 dicembre 2016 – “La nomina di Bressa come sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega per le minoranze e le autonomie, toglie un altro alibi a Zaia: avvii un dialogo serio con il Governo per evitare di sperperare 14 milioni in una consultazione scontata e inutile”.

La richiesta arriva dai consiglieri del Partito Democratico Francesca Zottis, Orietta Salemi e Stefano Fracasso, che tornano nuovamente sulla questione del referendum già sollevata in sede di discussione di bilancio.

“Zaia e la sua maggioranza diano attuazione alla legge 15 del 2014 per negoziare ulteriori forme di autonomia, indicando finalmente le materie e le modalità di gestione. Ancora, infatti, non sappiamo di che si tratta. La Corte Costituzionale ha dichiarato legittimo un quesito che però è privo di dettagli e che dunque costringerebbe la Regione a ulteriori passaggi con il Governo. Da parte nostra lanciamo una proposta concreta, perché siamo convinti che sia possibile risparmiare quei 14 milioni e destinarli a qualcosa di utile per i veneti – prosegue la nota dei consiglieri dem – Il presidente venga in aula a illustrarci la sua idea di autonomia: tutto il Consiglio, compreso il PD, possono essere d’accordo nell’avviare e concludere un negoziato.

Per questo invitiamo Zaia a metterlo all’ordine del giorno in Consiglio e, qualora raggiunga il voto favorevole di 4/5 dei consiglieri, a rinunciare alla consultazione popolare. Il referendum ha infatti un senso se i rappresentanti eletti dai cittadini non sono favorevoli, altrimenti diventa un incomprensibile e costoso doppione”.

Share

Comments are closed.