Thursday, 17 October 2019 - 07:17
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Festività, controllo del territorio. Foglio di via obbligatorio per due rumeni. Denunciato un marocchino per inottemperanza al foglio di via. Denunciato nigeriano per resistenza a pubblico ufficiale

Dic 28th, 2016 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Il rafforzamento dei servizi di controllo del territorio da parte della Polizia di Stato disposto dal questore per le festività natalizie ha portato a significativi risultati in termini di prevenzione.
Verso le ore 00.30 del 26 dicembre, nell’ambito di uno specifico servizio di controllo del territorio mirato alla prevenzione dei reati contro il patrimonio di tipo predatorio, un’auto “ civetta “ civile della Questura all’altezza della rotatoria di “ Visome “ all’uscita della galleria “Col Cavalier “ incrociava una Mercedes di grossa cilindrata che a bassa velocità si immetteva verso Limana aumentando gradualmente l’andatura. La manovra della macchina insospettiva gli agenti che, con i dispositivi accesi la seguivano imponendogli dopo circa 1 Km l’arresto per il controllo. All’interno due cittadini rumeni entrambi di anni 41 residenti a Sospirolo (BL). Dall’ispezione del veicolo gli agenti recuperavano nel vano porta oggetti una bomboletta di spray paralizzante “ CS “, noto aggressivo chimico ed idoneo ad arrecare offesa alla persona. Dagli accertamenti in banca dati è risultato che uno di essi aveva precedenti per ricettazione e furti in abitazione. L’autista è stato denunciato per possesso illegale di oggetto atto a offendere. Nei confronti dei due è al vaglio del Questore l’emissione di un foglio di via obbligatorio da Belluno allo stato unica misura di prevenzione adottabile secondo la legge.

Nella stessa mattinata del 26 dicembre la “volante “ cittadina ha fermato in via Marisiga a Belluno una “golf” sospetta con due cittadini marocchini a bordo. Uno dei due di anni 39, con svariati precedenti per furto e lesioni, era già destinatario di un foglio di via obbligatori per anni 3 da Belluno emesso dal Questore il 6 dicembre u.s.. Risultando inottemperante al provvedimento il soggetto è stato denunciato a piede libero, come prevede la legge, all’A.G. per la violazione della misura.

Nel pomeriggio del 24 dicembre u.s. sempre la “ volante “ cittadina è intervenuta presso il centro commerciale “ Emisfero “ dove un cittadino straniero, poi identificato come nigeriano di anni 30, importunava in modo molesto le persone che entravano nel negozio per ottenere denaro come elemosina. Il soggetto, un richiedente asilo residente in Vittorio Veneto, si rifiutava di fornire le proprie generalità agli agenti tentando di andarsene. Subito bloccato e visto il fermo intervento degli operanti accettava di seguirli in Questura per l’identificazione. Anche qui rifiutava di sottoporsi ai rilievi foto-dattiloscopici e durante la discussione con gli operatori dava in escandescenze spintonando anche l’agente che gli parlava. Solo dopo parecchi minuti di “discussioni” il cittadino straniero si calmava accettando di fornire le proprie impronte digitali. Per tali fatti il medesimo è stato denunciato all’A.G. per rifiuto di fornire le generalità, per resistenza a pubblico ufficiale e per mancata esibizione del permesso di soggiorno. Al cittadino nigeriano in questione, il cui comportamento è stato segnalato alla Questura di Treviso per le opportune iniziative in merito alla sua domanda di asilo, sarà anche notificato dal Questore un foglio di via obbligatorio da Belluno con divieto di ritorno per anni tre.

Share

Comments are closed.